facebook rss

Liste civiche sulla condanna di Latini:
“Lui sì che si è battuto per l’ospedale”

OSIMO - I movimenti fondati dall'ex sindaco e consigliere regionale lo assolvono dopo la sentenza del tribunale di Ancona sul caso del manifesto contro l'ex dg dell'Asur Ciccarelli: "Pur non avendo materialmente commesso il fatto, subisce una condanna per diffamazione per aver criticato le scelte della Regione che avrebbero portato il presidio ospedaliero di Osimo ad essere depauperato", Annunciato l'appello
Print Friendly, PDF & Email

Il consigliere comunale delle Liste civiche, Dino Latini, ex sindaco di Osimo ed ex consigliere regionale

C’è modo e modo di difendere la città. Dino Latini, pur non avendo materialmente commesso il fatto, subisce una condanna per diffamazione per aver criticato le scelte della Regione che avrebbero portato (come poi effettivamente hanno portato) l’ospedale di Osimo ad essere depauperato. E c’è chi, come Pugnaloni, annulla gli accordi sottoscritti con la Regione Marche dall’amministrazione Latini – Simoncini per il potenziamento del Ss Benvenuto e Rocco piegandosi alle scelte di questa amministrazione regionale per interessi di partito”. Le liste civiche commentano così la sentenza pronunciata ieri dal tribunale di Ancona che ha condannato l’ex sindaco di Osimo ed ex consigliere regionale a rispondere per un manifesto in cui l’ex numero uno dell’Asur marchigiana veniva definito ‘Vergogna della sanità’. “Una differenza abissale – prosegue la nota stampa dei movimenti civici fondati da Latini – tra chi si batte strenuamente anche a costo di subire condanne (in primo grado alla quale potrà seguire appello) e chi non muove un dito se gli chiudono reparti di eccellenza nazionale, e addirittura un giorno dice che l’ospedale è salvo perché è rimasta l’insegna con la H, un altro dice che mancano i medici come in tutti gli ospedali d’Italia. Una differenza abissale tra chi oggi, a parole, si dice paladino della nostra sanità ospedaliera e fonda un nuovo movimento civico, ma alle ultime elezioni regionali ha contribuito alla elezione di questa giunta regionale che ha decretato la fine della sanità pubblica nel nostro territorio”.

Gigantografia contro Ciccarelli, Latini condannato per diffamazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X