facebook rss

Progetto ambiente, terza pattuglia
della polizia locale, daspo urbano:
i primi cento giorni di Signorini

FALCONARA - Il primo cittadino stila un bilancio dei primi tre mesi e mezzo di lavoro
sabato 6 ottobre 2018 - Ore 12:11
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco di Falconara, Stefania Signorini

 

Cento giorni del sindaco Stefania Signorini. Il primo cittadino di Falconara stila un bilancio dei primi tre mesi e mezzo di attività. Tra i primi punti: il Progetto Ambiente per il controllo della qualità dell’aria che «procede a grandi passi, a breve sarà istituita la terza pattuglia della polizia locale per il presidio del territorio − afferma il sindaco −. Altri traguardi sono stati raggiunti in ambito urbanistico, con l’adozione definitiva della Variante per il Centro Storico e la revoca della Variante Montedomini. E ancora: l’inaugurazione della nuova piazza della Libertà di Castelferretti e della rotatoria di via Barcaglione». Tra gli interventi di prossimo avvio: l’asfaltatura di via Saline, le nuove convenzioni per agevolare l’accesso dei disabili alle strutture sportive e gli incentivi per l’apertura di nuovi negozi a Falconara. Questi alcuni dei risultati elencati da Signorini dei primi cento giorni di mandato.

Il traguardo, raggiunto il 3 ottobre, ha permesso al primo cittadino di tirare le somme di quanto già fatto, spesso a coronamento di azioni intraprese nella legislatura Brandoni e di delineare i prossimi passi da intraprendere per realizzare quelli che sono gli obiettivi più importanti. Tra questi, il Progetto Ambiente, con la creazione di una App per segnalare le esalazioni e il potenziamento dei sensori per il monitoraggio della qualità dell’aria, anche grazie a una unità mobile in aggiunta alle centraline fisse per le rilevazioni.

«Questo è il progetto che mi sta più a cuore − spiega il sindaco Signorini − e ho utilizzato i primi cento giorni di mandato per intraprendere le azioni necessarie. Per realizzarlo il Comune di Falconara ha già ottenuto la disponibilità della raffineria api a finanziare il laboratorio mobile e quella dell’Arpam a redigere, con la necessaria competenza scientifica, il protocollo per il funzionamento dell’applicazione e per l’esecuzione dei controlli. Nei prossimi giorni sono previsti nuovi incontri che mi permetteranno di concretizzare questo primo impegno».

Tra le priorità ha posto anche la sicurezza con l’istituzione di una terza pattuglia per il controllo del territorio: dopo il potenziamento dell’organico con l’assunzione di quattro agenti, avvenuto nei primi mesi dell’anno, il sindaco Signorini ha prorogato l’orario dei neoassunti, da part time a full time, rendendo così possibile la maggior presenza della polizia locale nei quartieri falconaresi. Sempre sul fronte della sicurezza, sono state avviate tutte le procedure per l’adozione del Daspo urbano, «che potrà riguardare la zona della stazione e altre piazze di Falconara», precisa il primo cittadino.

Quanto al settore dell’urbanistica, nei primi cento giorni di sindacatura Signorini è stata formalizzata l’adozione definitiva della Variante per il Centro Storico, che permetterà di semplificare il recupero degli edifici del centro e di riqualificare il cuore di Falconara, a conclusione di un iter avviato nella scorsa legislatura. Un altro passaggio importante è stata la revoca della Variante Montedomini, formalizzata in settimana: la Giunta comunale, grazie all’abbattimento del debito ottenuto in anni di impegno, ha potuto rinunciare agli introiti che sarebbero derivati dalle nuove edificazioni, risparmiando così il consumo di territorio. Tra le opere pubbliche inaugurate nelle prime settimane di mandato ci sono la nuova piazza della Libertà, la rotatoria di via Barcaglione, mentre ad agosto sono stati venduti all’Erap gli edifici abbandonati di via Roma, dove saranno realizzati alloggi di edilizia sovvenzionata. Sul fronte del commercio è stato predisposto un fondo per incentivare l’apertura di nuovi negozi, che premia chi ha il maggior numero di dipendenti, ponendo particolare attenzione a quelli residenti nel comune di Falconara, diversamente abili, licenziati da altre attività.

«Tra tutti gli incontri svolti, alcuni anche istituzionali come quello con il prefetto Antonio D’Acunto, un posto di rilievo merita anche il ciclo di visite delle scuole, che è stato molto gratificante − conclude il sindaco Stefania Signorini −. Sono stata letteralmente travolta dall’affetto e dall’entusiasmo dei bambini»

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X