facebook rss

Asfalti, botta e risposta
tra sindaco e opposizioni

OSIMO - Simone Pugnaloni pubblica una carrellata di foto delle nuove asfaltature di strade comunali sui social media, le Liste civiche e la consigliera Mariani replicano
Print Friendly, PDF & Email

Passano i giorni dall’avvio cantieri ed i lavori procedono spediti. Il lavoro di squadra premia. Ditte incaricate e ufficio tecnico seguono con grande professionalita’ ogni particolare dei lavori in corso per arrivare al termine lavori nei tempi del contratto mostrando alla collettivita efficacia ed efficienza. L’Amministrazione comunale ringrazia i suoi collaboratori; in questi giorni personalmente ho potuto certificare girando i cantieri aperti sul nostro territorio”. A corredo del post pubblicato su Facebook il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni ha aggiunto una serie di foto delle strade interessate dai nuovi asfalti, dalla Montefanese a via Linguetta fino al nuovo spezzone di pista ciclabile a Campocavallo.

LE LISTE CIVICHE: “ACCUSANO NOI, MA CI VUOLE PROPRIO UNA FACCIA DI BRONZO” – Immediata la replica social delle opposizioni. Le liste civiche eccepiscono che l’amministrazione comunale ha “inaugurato il sottopasso del parcheggio del San Carlo, realizzato e aperto nel 2002 e ora riqualificato e ripulito a spese di un privato” ed ha anche “inaugurato la risistemazione di Fontemagna comprese le luci che metteranno, lasciando i gradini rotti e mezza area da risanare”. Entrando nel merito della questione strade e urbanistica, i movimenti civici fondati da Dino Latini osservano che l’attuale maggioranza osimana giustifica “la svendita di Astea Energia s.p.a. in luogo di una fideiussione di cui non hanno mai accertato davvero l’irregolarità salvo non dire che quella fideiussione poteva essere escussa per gli oneri di urbanizzazione delle case da realizzare (e se questo non avviene la fideiussione non potrebbe mai essere escussa), non a semplice piacimento del Comune come cercano di far credere”. Toni forti anche per l’impresa edile che è fallita per il bay pass di Padiglione che ha provocato lo stop dei lavori negli anni scorsi. “Accusano noi se una impresa edile fallisce, – rimarcano le liste civiche – ma se succede a loro (vedi impresa di asfalti) allora è colpa della burocrazia. Per via dell’Industria da 4 anni sbandierano,senza mai agire, una causa contro privati, tecnici e imprese per ottenere circa 100 mila euro ma se ne portano a casa 25 mila a titolo transattivo è grasso che cola. Se hanno tanto ragione perchè non tutelano veramente il Comune e fanno causa per ottenere l’intera somma? Via dell’Industria fino al 2014 era aperta al traffico e manutenuta regolarmente. Per finire, ci vuole una faccia di bronzo per accusare la Procura della Repubblica della perdita di una denuncia per la questione della fideiussione della strada di bordo (sbandierata per ammaliare il M5S) quando dal segretario comunale interpellato giunge la conferma che dal Comune non è mai partita alcuna denuncia al riguardo”.

LA CONSIGLIERA MARIANI: “NUOVI ASFALTI, IMPROVVISAZIONE ELETTORALE” – “In quattro anni non si è fatto alcun ‘piano asfalti’ che io, se avessi amministrato Osimo, avrei finanziato con economie di gestione e i proventi delle multe. L’amministrazione ha preferito vendere beni produttivi, come Astea Energia, per asfaltare le strade, una spesa che non può essere considerata un investimento a lungo termine, visto che tra qualche anno saremo punto a capo. Dopo cosa ci venderemo?” si domanda Maria Grazia Mariani, capogruppo del Gruppo Misto in quota centrodestra. “Nessuna programmazione, nessun piano di priorità, interventi senza alcuna connessione logica: sistemata una buca qua e una là, un pezzo di strada in ogni quartiere.- aggiunge nella sua nota stampa – Forse per “accontentare” un pò tutti in vista dell’appuntamento elettorale tra pochi mesi? Lavori finanziati con i 2 milioni di euro derivanti dalla vendita di Astea Energia. Ora, visto e considerato che dalla vendita della società sono stati incassati più di 25.000 euro, che fine hanno fatto tutti quei soldi?”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X