facebook rss

“Cities in the spotlight”,
Monsano è prima in Europa

MONSANO - Il premio europeo “Cities in the spotlight”, destinato alle città che stanno maggiormente contribuendo al raggiungimento degli obiettivi previsti dal Patto dei Sindaci per l’energia e il clima, è andato al Comune di Monsano.
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Roberto Campelli.

“La giusta ricompensa per avere intrapreso la strada delle buone pratiche, un riconoscimento alla volontà e alla sensibilità di amministrazione e cittadini”. Con queste parole Roberto Campelli, Sindaco di Monsano, accoglie la notizia del premio europeo “Cities in the spotlight”, destinato alle città che stanno maggiormente contribuendo al raggiungimento degli obiettivi previsti dal Patto dei Sindaci per l’energia e il clima.
Il prestigioso riconoscimento, da Bruxelles, ha eletto Monsano primo paese tra le città con meno di 10.000 abitanti, la città danese Sondeborg per la categoria di città medie e Barcellona per quella delle città con oltre 250.000 abitanti.
“Occorre riconoscere la funzione trainante dei Comuni virtuosi, di cui Monsano fa parte, che negli ultimi decenni ci ha guidati verso una consapevolezza sempre maggiore delle iniziative da intraprendere per salvaguardare il nostro territorio ed educare noi stessi e i nostri concittadini a tutelare l’ambiente”, aggiunge Campelli. “Nostro merito resta quello di avere aderito al Patto dei Sindaci nel 2017, sicuramente questo premio è un’occasione straordinaria per valorizzare gli obiettivi del PAESC” (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima).
Il viaggio del piccolo centro marchigiano è iniziato nel 2005, quando ha contribuito alla fondazione dell’Associazione Nazionale dei Comuni Virtuosi, una rete di Enti locali che operano a favore di una gestione sostenibile dei propri territori responsabilizzando i suoi cittadini, suggerendo stili di vita a basso impatto ambientale e attuando progetti concreti ed economicamente vantaggiosi mirati all’efficienza e al risparmio energetico. Inoltre, dal 2008 il Comune si è dotato di un Sistema di Gestione Ambientale ed è registrato EMAS, di cui nel 2018 il Comune ha ottenuto la certificazione nel rispetto della nuova norma ISO 14001:2015 confermando i propri obiettivi ambientali: monitorare costantemente le matrici ambientali; bonificare il sito ex Sima Industrie inquinato da cromo esavalente; applicare lo stop al consumo di suolo; ridurre la produzione di rifiuti con la strategia “Rifiuti Zero”: raccolta “porta a porta”, formazione e sensibilizzazione, soluzioni progettuali innovative; ridurre gli sprechi, contenere i consumi energetici e utilizzare fonti rinnovabili all’interno delle strutture dell’Ente; valorizzare le produzioni agricole locali, tipiche e nuove, favorendo le coltivazioni biologiche; valorizzare il territorio dal punto di vista culturale e turistico.
Nel 2017 Monsano ha redatto e approvato il PAESC, affrontando i temi della mitigazione e dell’adattamento, attuando le seguenti iniziative: ridurre i consumi elettrici per l’illuminazione pubblica e degli edifici pubblici tramite l’uso di led. Il consumo di energia elettrica per l’illuminazione pubblica con l’istallazione di lampade a led è passato da 576.751 Kw a 141.298 kw con un risparmio di emissione di CO2 di più di 100.000 mc; collegamenti Monsano a Jesi, con l’imminente inizio del servizio di bus navetta a metano; ridurre l’impatto del traffico verso la scuola con percorsi pedonali di collegamento agli edifici scolastici; diffondere l’uso del solare fotovoltaico su edifici esistenti civili ed industriali, negli ultimi cinque anni la potenza installata nel territorio è passata da 3.493 kW a 7.922 kw; monitorare e prevenire eventi franosi. L’azione è già completata grazie alla collaborazione con la Protezione Civile. Gli eventi franosi sono costantemente monitorati. Costruire inoltre un nuovo collettore fognario: l’opera è fondamentale per adattare il territorio alle precipitazioni estreme. Il Comune sta conducendo tavoli tecnici con la Regione Marche e la Multiservizi Spa per definire il progetto e la fattibilità economica.
L’obiettivo dell’Amministrazione a medio e lungo termine è quello di raggiungere la completa sostituzione dei corpi illuminanti tradizionali con quelli a led su tutto il territorio coinvolgendo anche i privati e le imprese; incentivare la mobilità sostenibile attraverso la realizzazione di percorsi pedonali, di un sistema di bike sharing con biciclette a pedalata assistita, di infrastrutture per la ricarica di auto elettriche; adottare provvedimenti per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici; diffondere buone pratiche che consentano l’accesso ai cittadini a servizi energetici sicuri, sostenibili e alla portata di tutti, migliorando così la qualità della vita e la sicurezza energetica.
L’Amministrazione, che ha ottenuto il riconoscimento proprio grazie al programma e agli obiettivi citati, dedica questo premio a tutti i cittadini, primi attori delle buone pratiche proposte, e ringrazia tutti i collaboratori egli uffici comunali coinvolti per il loro impegno che ha portato ad un così prestigioso risultato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X