facebook rss

Colpito da un proiettile da caccia,
bambino grave in Rianimazione al Salesi

ANCONA – Prognosi riservata e condizioni critiche per il piccolo ferito dai piombini di un colpo di fucile. Le schegge lo hanno raggiunto al volto
domenica 28 ottobre 2018 - Ore 22:15
Print Friendly, PDF & Email

Il pronto soccorso del Salesi, foto d’archivio

 

Colpito da un colpo di fucile, gravissimo un bambino di 10 anni. L’agghiacciante incidente attorno alle 17 a Osimo, dove un bambino è stato colpito al volto e al collo dai piombini di un proiettile da caccia, ora si trova in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione Pediatrica del Salesi. Da chiarire la dinamica dell’episodio, da una prima ricostruzione sembra che il colpo di fucile abbia colpito un muro di cemento e i proiettili avrebbero rimbalzato contro l’ostacolo raggiungendo il bambino alla testa. Immediata la corsa in auto verso l’ospedale materno infantile di Ancona, dove il piccolo è stato trasportato dal padre e qui è stato preso in consegna dai medici del pronto soccorso e dai rianimatori del Salesi che hanno gestito l’emergenza, stabilizzando le condizioni del piccolo ferito. Il bimbo si trova ora costantemente monitorato e solo dopo la notte in osservazione l’equipe medica deciderà se sottoporlo ad una operazione per la riduzione degli ematomi che presenta al capo. Il bimbo è stato subito seguito da una equipe di chirurghi e neurochirurghi guidati dal direttore del Salesi Ascanio Martino, con la consulenza del dottor Marco Messi del reparto di chirurgia maxillofacciale di Torrette e dal dirigente della Rianimazione Pediatrica Fabio Santelli.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X