facebook rss

Attimi di paura in centro:
rapinatore con cacciavite
irrompe in un negozio: arrestato

SENIGALLIA - Il 45enne si è presentato due volte nel punto vendita di elettronica di Senigallia. La prima, con fare aggressivo ha chiesto denaro ma poi è arrivata la Polizia e gli animi si sono rasserenati. Il giorno dopo è tornato e dopo aver minacciato di morte il titolare ha estratto l'arma impropria ottenendo i soldi. E' stato bloccato in fuga poco dopo dalle volanti del Commissariato
Print Friendly, PDF & Email

Sono stati  attimi di paura all’interno di un negozio di elettronica nel centro di Senigallia quando un uomo di circa 45 anni è entrato, ed urlando, pretendeva del denaro dal titolare del negozio. Il malvivente, già il giorno precedente, si era presentato con fare aggressivo e minaccioso, pretendendo del denaro, ma veniva allontanato dal pronto intervento degli agenti del Commissariato di Polizia di Senigallia, nel frattempo intervenuti, che evitavano che la situazione peggiorasse. Ma il giorno successivo l’uomo si ripresentava e, alla presenza di diversi clienti, cominciava ad urlare, minacciando gravi conseguenze fisiche se il titolare non avesse dato il denaro richiesto. Quest’ultimo, non capendo il motivo della richiesta, tentava di calmare il soggetto che proseguiva ad inveire e proferire minacce di morte contro il titolare. Ad aggravare la situazione, poi, accadeva che il rapinatore tirava fuori un lungo cacciavite e cominciava a rivolgerlo verso il titolare che, a quel punto , anche per via della gran paura, usciva il denaro e lo consegnava al rapinatore che poi si allontanava.

Immediatamente giungeva la chiamata al numero 113 della Polizia di Stato che provvedeva ad inviare personale del Commissariato con diverse pattuglie che provvedevano ad intervenire presso il negozio ed a perlustrare l’area circostante. Ed infatti, poco distante dal luogo veniva intercettato l’uomo, un pluripregiudicato senigalliese, di cui era stata fornita la descrizione che , in sella alla bici, stava fuggendo e veniva bloccato e condotto in ufficio. Venivano avviati gli ulteriori accertamenti e ricostruite tutte le fasi della rapina che tanta paura ha procurato ai presenti. L’uomo, condotto in Commissariato veniva trovato in possesso sia del cacciavite utilizzato per minacciare l’uomo che del denaro appena prelevato, che venivano sottoposti a sequestro. Dopo la ricostruzione del grave episodio, gli agenti del Commissariato di P.S. dichiaravano l’uomo in stato di arresto e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria che ordinava l’accompagnamento al carcere di Montacuto in attesa dell’udienza di convalida che si terrà nei prossimi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X