facebook rss

Operazione antidroga,
arrestati due pusher
al parco del Vallato

JESI - Maxi operazione antidroga condotta dai Carabinieri della Compagnia di Jesi al parco del Vallato. I militari del Nucleo operativo e Radiomobile nell'ambito di attività programmate per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno individuato e arrestato due persone trovate in possesso di hashish e denaro.
Print Friendly, PDF & Email

La droga recuperata dai Carabinieri di Jesi.

Maxi operazione antidroga condotta dai Carabinieri della Compagnia di Jesi al parco del Vallato.
I militari del Nucleo operativo e Radiomobile nell’ambito di attività programmate per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno individuato e arrestato due persone trovate in possesso di hashish e denaro. In particolare si tratta di due extracomunitari tra i 20 e i 30 anni, assidui frequentatori del parco del Vallato, pizzicati dai carabinieri durante la notte nascosti in una delle case disabitate del centro città usata come base d’appoggio per lo smercio di droga. Durante la perquisizione infatti, sono stati rinvenuti mezzo panetto di hashish e altre 15 dosi già confezionate e pronte allo spaccio, per un peso complessivo di 100 grammi. Inoltre, nella stessa disponibilità dei due anche 400 euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività di spaccio. I due giovani sono stati arrestati con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. La droga e il denaro sono stati sequestrati. Una brillante operazione, conclusa nelle prime ore del mattino proprio nella giornata dedicata alla Commemorazione della Virgo Fidelis patrona dell’Arma dei Carabinieri, che fa seguito all’altro arresto operato nei mesi scorsi al Parco del Vallato sempre per lo spaccio nel parco pubblico. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni e si inseriscono in una più ampia attività disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Ancona per l’intensificazione dei servizi di vigilanza e controllo del Parco del Vallato e delle zone limitrofe particolarmente frequentate dai giovani, come stabilito nel Comitato Provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica del 15 novembre scorso, dove è stata affrontata la specifica problematica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X