facebook rss

Volontaria rapita in Kenya:
14 fermati, caccia a due basisti

ANGOSCIA - Silvia Romano, 23 anni, è una volontaria di Africa Milele di Fano. Un commando l'ha prelevata da Chakama dove si trovava come referente per progetti su educazione e sanità. Il Daily Nation, quotidiano keniota, parla di diverse persone arrestate. La polizia starebbe cercando due uomini che avano affittato una stanza nel villaggio, spariti subito dopo l'attacco
giovedì 22 Novembre 2018 - Ore 14:19
Print Friendly, PDF & Email

La giovane volontaria 23enne di Africa Milele, Silvia Romano

 

«Non ci sono parole per commentare quello che sta accadendo. Silvia, siamo tutti con te». Sono le frasi che ormai da due giorni sono fisse sulla home page del sito Africa Milele Onlus, l’associazione di Fano per la quale è partita come volontaria, Silvia Romano, la 23enne milanese che martedì scorso (22 novembre) è stata rapita nel villaggio di Chakama, in Kenya, da un gruppo di uomini armati. La polizia keniota starebbe passando al setaccio la zona per risalire ai colpevoli. Questa notte, come riportato dal sito del quotidiano keniota Daily Nation, 14 persone sono state arrestate nella zona di Chakama. A quanto si apprende dal sito della testata, la polizia starebbe cercando due uomini a cui era stata affittata una stanza nel villaggio, scomparsi dopo il rapimento. Angoscia e fiato sospeso non solo a Milano, città di cui è originaria Romano e dove la ragazza, laureata da pochi mesi, lavora come istruttrice di ginnastica, ma anche a Fano, sede dell’associazione per la quale Romano è volontaria.

La fondatrice della onlus di Fano, Lilian Sora

Ieri (21 novembre) alle telecamere di FanoTv, la fondatrice di Africa Milele, Lilian Sora, ha detto di non riuscire a capacitarsi di quanto accaduto. «Chakama è una zona assolutamente rurale, non ci sono negozi, se non uno piccolo per i viveri, non c’è strada, non passano auto né mezzi − ha dichiarato alla tv locale − In quell’area non si sono mai registrate situazioni di pericolo, altrimenti non avremmo mai mandato i nostri volontari incontro a situazioni difficili. Chakama è un posto tranquillo». Africa Milele, che in lingua swahili significa Africa per sempre, è nata nel 2012 e sono quasi cinque anni che si trova in pianta stabile con italiani e staff africano a Chakama dove si occupa soprattutto di educazione e sanità. «Silvia era partita come referente della nostra situazione». Dal profilo Facebook della ragazza emerge come fosse impegnata a sostegno dei bambini africani anche con altre associazioni. Solidarietà alla giovane, alla sua famiglia e all’associazione di Fano è arrivata ieri dall’assessora alla Cooperazione internazionale, Manuela Bora. «Ho appreso con sconcerto del rapimento in Kenya della giovane volontaria Silvia Romano e voglio esprimere a mio nome e a nome della Regione Marche forte solidarietà e vicinanza vicina alla giovane Silvia, alla sua famiglia ed alla onlus marchigiana Africa Milele di Fano. Si tratta purtroppo di un inqualificabile gesto rivolto a chi dedica la propria vita ad aiutare comunità in difficoltà in un paese lontano e si spende con serietà e totale dedizione, con poche risorse e tante difficoltà, per dare piccole ma importanti risposte alle diseguaglianze del mondo globalizzato».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X