facebook rss

Rinnovo del Cda
del Grimani Buttari:
voto nella Sala Gialla

OSIMO - Torna a riunirsi oggi il consiglio comunale di Osimo che dovrà nominare da una terna di 3 candidati, un componente del consiglio di amministrazione della casa di riposo. Tra gli argomenti all'ordine del giorno, le variazione al piano delle alienazioni collegato alle nuove scuole da realizzare con i fondi Miur, la fusione di Osimo Servizi con Astea Servizi e i cattivi odori all'asilo nido di San Biagio
Print Friendly, PDF & Email

Le residenze per anziani della Grimani Buttari di San Sabino, a Osimo

Si stringe il cerchio attorno alle candidature per il rinnovo del consiglio di amministrazione della azienda per i servizi alla persona ‘Grimani Buttari’ di Osimo. Dei tre componenti del Cda di nomina politica, uno sarà scelto dal sindaco Simone Pugnaloni, l’altro dal consiglio comunale (il punto è già iscritto all’ordine del giorno della seduta odierna convocata per oggi pomeriggio alle 18.30) l’ultimo spetta di diritto e per statuto ad un parroco della Diocesi. Tre i candidati che hanno partecipato al bando di selezione e che oggi passeranno il vaglio della Sala Gialla. Sono l’ex consigliere comunale Enrico Angeletti, rappresentante dell’aula consiliare negli anni 1997-’99 e 2002-2004 con esperienza alla casa di riposo Recanatesi; Emilio Vaccaroni, già consigliere Lega del Filo d’Oro e attivo nel volontariato cittadino (Avulss e Arca) e l’avvocato Paola Sorrisi. L’attuale presidente del Grumani Buttari, Fabio Cecconi, nominato nel 2016 dopo le dimissioni di Enrico Canapa è rimasto in carica fino allo scorso mese di ottobre con gli altri 2 componenti del Cda, Ezio Picciani e don Carlo Gabbanelli. Tradizione vuole che il presidente del Buttari sia sempre scelto tra il componente del Cda nominato dal sindaco mentre il vice sia individuato nella figura del consigliere anziano.

La Sala Gialla di Osimo (foto Giusy Marinelli)

NUOVE SCUOLE E MODIFICHE ALLO STATUTO DI OSIMO SERVIZI – Oggi pomeriggio la Sala Gialla discuterà anche di modifica al Piano Triennale 2018/2020 delle Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari, collegate alle permute degli immobili comunali per la realizzazione delle nuove scuole di Campocavallo, San Biagio con i fondi Miur e dell’Erap. Nella modifica al Programma Triennale delle opere pubbliche 2018/2020 ed Elenco Annuale 2018, saranno invece inseriti, come più volte annunciato dal sindaco, gli oltre 2 milioni di euro post sisma per la ristrutturazione della torre civica e palazzo comunale e anche i fondi Cipe per la nuova viabilità della variante nord. Nell’elenco degli argomenti in discussione sono state inserite anche la Variazione del Bilancio di Previsione Finanziario 2018-2020 e le modifiche allo Statuto Osimo Servizi Spa. Osimo Servizi, che lo scorso 22 ottobre ha acquistato Astea Servizi con rogito notarile, dopo la manifestazione d’interesse approvata a maggio dal Consiglio comunale. Le due società si sono fuse, la nuova società unipersonale adesso vanta una cinquantina di dipendenti e ad essa il Comune affiderà in house providing il servizio di global service anche per la manutenzione del patrimonio. La Sala Gialla è chiamata inoltre a modificare lo statuto della spa per istituire la figura del direttore generale. La variazione proposta introduce la norma che il Cda può nominare questa figura che deve possedere comprovata esperienza manageriale nella gestione dei servizi.

I carabinieri forestali durante il sopralluogo svolto all’asilo nido ‘Oasi dei Bimbi’

CATTIVI ODORI ALL’ASILO NIDO, FONDI PER SAMUEL E OSPEDALE – Tra gli ordini del giorno spicca quello proposto dal Gruppo Consiliare Liste Civiche sulla salvaguardia dell’attività di ostetricia-ginecologia e pediatria attualmente in essere presso l’ospedale S.S. Benvenuto e Rocco-Inrca, oltre a quello sugli odori molesti a San Biagio con la richiesta di trasferimento urgente dei bambini dell’Arca dei Bimbi in strutture alternative e coinvolgimento Asur sui valori espressi dall’Arpam. Un terzo odg delle Liste civiche chiede di inserimento del Comune di Osimo all’interno del piano di monitoraggio ambientale per la tutela della popolazione dall’inquinamento. Nell’ora iniziale della seduta dedicata alle Interrogazioni sono in scaletta quella della consigliera comunale Mariani in merito ad assunzioni alla Asso e della raccolta fondi “Un futuro per Samuel”; l’interrogazione dei consiglieri comunali Pasquinelli e Catena sulla sicurezza per la salute dei bambini relativa all’asilo nido “Arca dei bimbi” di San Biagio e la mozione dei consiglieri comunali Latini, Araco, Giacchetti e Scarponi in merito a manutenzione Fonte Magna e quella sulla apertura delle grotte dell’Istituto Campana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X