facebook rss

Giovanni Gostoli nuovo segretario Pd,
Petrini vince nell’Anconetano

CONGRESSO - Il candidato pesarese si attesta sul 68% e stravince in regione. Debacle per l'ex assessore regionale che aveva come sostenitori principali i sindaci di Macerata e Ancona (unico territorio in cui si è imposto). Scarsa affluenza nel Maceratese
Print Friendly, PDF & Email

 

Come previsto è Giovanni Gostoli il nuovo segretario regionale del Partito Democratico. Percentuali quasi bulgare al congresso: 68% contro il 32 dello sfidante, Paolo Petrini. Oltre 13mila i votanti. 

Giovanni Gostoli

Iscritti al partito e simpatizzanti dem hanno scelto. Le urne, aperte questa mattina alle 8 nei circoli di tutta la regione, si sono chiuse alle 21. Subito dopo è iniziato lo scrutinio. Giovanni Gostoli, pesarese, già nella discesa in campo aveva chiarito che l’obiettivo sarebbe stato quello di «ricostruire il partito». Era appoggiato dalle cinque segreterie provinciali e dal presidente della Regione Luca Ceriscioli. Petrini ha vinto solo in provincia di Ancona dove ha conseguito un ottimo risultato (75%).

Paolo Petrini

 In provincia di Macerata ha prevalso Gostoli con il 58,64%. Sono state 2230 le persone andate a votare, un’affluenza piuttosto bassa, superiore solo ad Ascoli. Gostoli ha ottenuto 1294 preferenze a fronte delle 912 dell’avversario Paolo Petrini, fermano ed ex assessore regionale. Petrini era appoggiato da diversi sindaci, in primis quelli di Macerata e Ancona Romano Carancini e Valeria Mancinelli. A Macerata città è rimasto sotto di pochi voti rispetto a Gostoli (140 contro 176). Pochi i votanti nel capoluogo (circa 300), molti di più a Recanati (500, il 25% dell’intero territorio provinciale) dove Petrini godeva dell’appoggio del sindaco Francesco Fiordomo. 

(redazione CM)

 

Il seggio di via Spalato a Macerata

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X