facebook rss

‘Botti’ di San Silvestro vietati
a Jesi e Fabriano:
multe e raccomandazioni

CAPODANNO - Nel recepire la circolare del Ministero dell'Interno e delle Prefetture, le amministrazioni comunali delle due città invitano tutti ad uso consapevole degli ‘articoli pirotecnici’. Per i contravventori jesini previste sanzioni salate fino a 500 euro nell'ordinanza sindacale. Appello del sindaco di Offagna al senso civico dei suoi concittadini
Print Friendly, PDF & Email

Jesi, l’albero palco di Natale

Dalle ore 18 del 31 dicembre 2018 fino a tutto 1 gennaio 2019 in luoghi aperti al pubblico e in vie, piazze, aree pubbliche di Jesi, dove transitino o siano presenti i soggetti più fragili e gli animali, in tutti i luoghi affollati, nelle aree a rischio propagazione degli incendi, nei pressi dell’ospedale Carlo Urbani, delle scuole, luoghi di culto o comunque nelle vicinanze di monumenti, edifici o aree a valenza storico-architettonica, naturalistica o ambientale è vietato a chiunque far esplodere fuochi d’artificio, petardi, ‘botti’ di qualsiasi tipo anche se di libera vendita. Anche il sindaco di Jesi, Massimo Bacci, ha firmato l’ordinanza anti-botti per la notte di San Silvestro per prevenire incidenti. L’atto vieta inoltre l’utilizzo di prodotti pirotecnici meno spettacolari anche i semplici giochi di luce con effetti scenici gradevoli e meno dirompenti, “senza l’adozione di tutte le cautele e gli accorgimenti necessari a prevenire i rischi per la propria e altrui incolumità, in particolare di soggetti deboli quali anziani e bambini e animali, che andranno tenuti sempre a debita distanza da chi fa uso dei fuochi e in condizioni di sicurezza”. Ai cittadini viene chiesto infine di prestare attenzione alla caduta “di altri oggetti pericolosi per la pubblica incolumità” da aree private, finestre e balconi. Le multe per i contravventori possono risultare salate perché oscillano da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500.

Natale a Fabriano, la fontana Sturinalto davanti al Podestà

Botti di Capodanno? Anche no!!” Il Comune di Fabriano ricorda che nella città della carta “il divieto dei botti è previsto nel Regolamento di Polizia Urbana, in particolare nell’ultimo testo approvato nel Consiglio Comunale del 18 dicembre 2018, si dispone all’articolo 24 che …. Qualsiasi spettacolo di fuochi d’artificio programmato per eventi particolari deve essere sempre preventivamente autorizzato dalle competenti Autorità. Sulle strade pubbliche è vietato far esplodere giochi pirici. […] “. Nel recepire pertanto la recente circolare del Ministero dell’Interno che, attraverso le Prefetture, senza firmare ordinanze, il sindaco Santarelli e gli assessori invitano tutti i fabrianesi ad uso consapevole degli ‘articoli pirotecnici’, l’amministrazione Santarelli invita i fabrianesi a non utilizzare o limitare al massimo l’utilizzo dei “botti”, “privilegiando viceversa l’impiego di prodotti meno invasivi e pericolosi, quali quelli, ad esempio, che valorizzano i giochi di luce e che producono effetti scenici gradevoli e meno dirompenti. Lo fa ricordando inoltre che gli animali, soprattutto i cani e altri animali d’affezione, hanno una diversa percezione dei rumori e della componente olfattiva. “E’ quindi facile intuire quale sia lo stato di ansia e terrore che anticipa e accompagna lo scoppio simultaneo di migliaia di petardi, mortaretti e fuochi artificiali”.

La rocca di Offagna simbolo delle Feste Medievali

Anche il piccolo Comune di Offagna, seguendo i consigli della circolare della Prefettura di Ancona, datata 27 dicembre, si è preoccupato di fare opera di sensibilizzazione per un uso consapevole degli artifici pirotecnici ed ha ricolto un appello agli offagnesi affinché “utilizzino con prudenza e responsabilità il materiale pirotecnico, festeggiando con serenità ,la fine del corrente anno”. “L’uso di petardi e botti con cariche esplosive eccessive è pericoloso e può comportare rischi notevoli alla salute di tutti. Confido – scrive il sindaco Ezio Capitani – nel senso civico dei nostri concittadini e nella loro sensibilità e responsabilità piuttosto che ricorrere ad ordinanze poco rispettate e difficilmente controllabili dagli organi di Polizia locale”

Vietati mortaretti e petardi a Falconara, via libera ai fuochi d’artificio

Capodanno, vietato sparare botti e utilizzare spray urticanti

«No ai fuochi d’artificio di Capodanno», l’appello dell’assessore di Camerano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X