facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

La Guardia Costiera sequestra
pesce spada e lo dona
alla Mensa del Povero

ANCONA - Sono stati sottratti a un peschereccio che questa mattina aveva superato la cattura massima prevista di 250 chili. Emessa una multa di 4 mila euro
Print Friendly, PDF & Email

I pesci sequestrati

 

Il pescato sequestrato finisce alla Mensa di Padre Guido. La decisione è stata presa questa mattina dalla Guardia Costiera dopo aver messo sotto chiave due esemplari di pesce spada sottratti a un peschereccio che aveva superato la quota di cattura massima prevista di 250 chili. L’unità di pesca è stata ispezionata dopo un controllo delle catture accessorie (by-catch) effettuate dai pescherecci ormeggiati in zona Mandracchio del porto di Ancona, in attuazione della Convenzione Internazionale per la conservazione di tonnidi dell’’Atlantico, ed in particolare degli stock di pesce spada nel Mare Mediterraneo. Il prodotto ittico, già eviscerato e pronto per essere commercializzato, è stato sottoposto a verifica da parte dei consulenti veterinari dell’Azienda Sanitaria Regionale, i quali lo hanno dichiarato idoneo al consumo umano. Lo stesso è stato devoluto in beneficenza alla mensa dei poveri “Opera Padre Guido” di Ancona. Ai trasgressori è stata comminata una sanzione amministrativa di 4 mila euro.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X