facebook rss

Allerta meteo:
scatta il piano antineve,
previsti 10 centimetri per domattina

ANCONA – Venerdì la giornata che desta più preoccupazione, anche a causa delle gelate conseguenti al brusco calo delle temperature. Pronti i 20 mezzi spazzaneve e spargisale del Comune. Riunione in Prefettura per fare il punto sulla viabilità. "Emergenza (ma) lieve" anche per il trasporto ferroviario
mercoledì 2 Gennaio 2019 - Ore 19:31
Print Friendly, PDF & Email

 

Un’immagine della nevicata di febbraio 2018 ad Ancona portata dalla perturbazione Burian

 

 

di Martina Marinangeli

Il brusco calo delle temperature e la neve all’orizzonte fanno scattare l’allerta meteo della Protezione civile che, nel bollettino diramato stamattina, prevede precipitazioni nevose fino alla costa da questa notte al 4 gennaio. La giornata di venerdì si prospetta come la più preoccupante, anche a causa delle gelate, ma onde evitare situazioni emergenziali, la macchina comunale ha scaldato i motori e il piano antineve è pronto a partire. «Appena ricevuto il bollettino questa mattina – fa sapere l’assessore alla Protezione Civile, Stefano Foresi – abbiamo subito convocato una riunione nel magazzino comunale con un pool di tecnici ed ingegneri per fare il punto sulla situazione e contattato le 14 ditte ingaggiate con appalto triennale per la pulizia delle strade comunali, per il periodo dal 15 novembre 2018 al 15 aprile 2019, alle quali sono state affidate altrettante aree di intervento». Un meccanismo ben rodato dopo il flagello Burian dello scorso febbraio e che vede coinvolti tra i 18 ed i 20 mezzi spazzaneve e spargisale, pronti ad intervenire il 30 minuti, «oltre ad altri che potrebbero aggiungersi in caso di necessità, sempre messi a disposizione dalle ditte − spiega Foresi –. C’è inoltre un operaio ad hoc che sta preparando il sale nell’hangar e sono stati allertati anche i volontari. Il Piano neve è prono a partire».

L’allerta meteo copre un lasso di tempo che va dalle 24 del 4 gennaio e «per domattina sono previsti 10 centimetri di neve, mentre da mezzanotte alle 16 di venerdì si temono gelate, che sono la preoccupazione maggiore», commenta Foresi. Anche a questo proposito, nel pomeriggio è stata convocata dalla Prefettura una riunione per fare il punto sulla questione viabilità: «Nel caso si rendesse necessaria la chiusura delle autostrade, per i Tir sono previste zone di sosta al parcheggio Mariotti ad Ancona Nord e al parcheggio del Conero a sud», fa sapere l’assessore, che ha anche partecipato ad un sopralluogo nelle frazioni nel tardo pomeriggio, riscontrando una situazione ancora del tutto tranquilla.
Corre intanto ai ripari anche il Gruppo Ferrovie dello Stato che, in base al bollettino meteo diramato dalla Protezione Civile, ha attivato per la giornata di domani la fase di emergenza lieve dei Piani neve e gelo sulle linee ferroviarie Ancona-Porto d’Ascoli/Ascoli e Ancona-Pescara.
Nelle Marche, i servizi commerciali regionali saranno ridotti mediamente del 30% anche per forte vento, a carattere di burrasca, che potrebbe aggravare la situazione con particolari accumuli di neve. Al momento, è comunque confermata la piena disponibilità di tutte le linee ferroviarie.

Arriva la neve: occhio ai contatori dell’acqua

Meteo, neve in arrivo: in serata anche a basse quote

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X