facebook rss

Tour virtuale di Ancona,
le zone più belle della città
a portata di un click

TURISMO – La ditta T-Lize Production farà una serie di servizi e rilievi fotografici con un sistema di ripresa a 360° di Lazzaretto, Cardeto, Corso Garibaldi, Viale della Vittoria e Passetto, zone che potranno poi essere esplorate online sulla piattaforma Google Chrome
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Tutta la bellezza di Ancona a portata di click. Tra le varie attività promozionali studiate dalla Direzione turismo e cultura del Comune, ce n’è una 2.0 elaborata in tandem con Google. Si tratta di un un tour virtuale di alcune delle zone più iconiche della città – dal Lazzaretto al Parco del Cardeto/Panoramica, passando per la passeggiata da mare a mare che da corso Garibaldi conduce al Passetto – che potrà essere fatto comodamente online.
Ma come funziona? La ditta dorica T-Lize Production srl– una delle aziende certificate utilizzate da Google per questa tipologia di servizi, che ad Ancona ha già realizzato con successo alcune mappature virtuali di porto antico, centro, Marina Dorica, riviera del Conero Grotte di Frasassi, diversi teatri e numerose industrie ed aziende – farà una serie di servizi e rilievi fotografici con un sistema di ripresa a 360° in grado di rappresentare le parti salienti delle zone delle città di particolare rilevanza turistica. Le foto vengono poi caricate sul portale Google Chrome e chiunque fosse interessato può collegarsi al sito e, con un semplice click sulla funzione «esplora», si aprirà un collegamento satellitare con la location in questione. Fatto ciò, basterà trasportare il pag man – ovvero l’«omino» che si trova in basso a destra – sopra il punto di interesse nella mappa e si aprirà direttamente il tour virtuale, garantendo un impatto visivo più significativo di altri sistemi promozionali di tipo cartaceo.
Una sorta di street view, ma molto più curata, che al Comune costerà 1220 euro, come previsto dal preventivo della T-Lize e approvato con determina dirigenziale del Comune n.60 del 16 gennaio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X