facebook rss

La nipote accusa lo zio:
«Molestata sotto le lenzuola»

ANCONA - Gli abusi sarebbero venuti nell'estate del 2011, quando lei aveva solo 9 anni. Ora ne ha 16 e il prossimo 30 gennaio verrà ascoltata in forma protetta dal gip in un incidente probatorio chiesto dalla procura. L'uomo, indagato piede libero, è difeso dall'avvocato Gabriele Galeazzi
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

«Si intrufolava nel mio letto e abusava di me». È questa la terribile accusa che una 16enne residente fuori regione lancia nei confronti dello zio, un anconetano di 47 anni. L’uomo è indagato a piede libero per violenza sessuale aggravata. A metterlo sotto inchiesta sono state le parole della minore, espresse un paio di anni fa all’ignara madre e legate alla storia di presunti abusi subito nell’estate del 2011, quando la vittima aveva solo 9 anni. Subito è scattata la denuncia alla polizia.  La minore verrà ascoltata in forma protetta il prossimo 30 gennaio nell’ambito dell’incidente probatorio chiesto dal pm. Potrà confermare le accuse mosse in prima battuta contro il 47enne, difeso dall’avvocato Gabriele Galeazzi. Stando a quanto denunciato, le violenze sarebbero avvenute nell’arco di estate, ad Ancona, quando la minore per le vacanze al mare era ospite nell’appartamento dove viveva l’indagato. L’uomo le si sarebbe avvicinato di notte, approfittando del buio e del silenzio. Sotto le lenzuola avrebbe allungato le mani della nipote, compiendo atti sessuali.

(Fe. Ser.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X