facebook rss

Rissa alla Lanterna Azzurra,
«Sei uno sporco negro»
In cinque a processo

ANCONA - La zuffa si era consumata all'interno della discoteca la notte della vigilia di Natale del 2014 ed era nata per futili motivi. Tra i le persone che erano finite in mezzo alla bagarre c'era anche un ivoriano di 27 anni. A lui sarebbero stati rivolti insulti di stampo razziale
venerdì 8 Febbraio 2019 - Ore 16:59
Print Friendly, PDF & Email

L’ingresso della Lanterna Azzurra

 

Rissa all’interno della Lanterna Azzurra di Corinaldo, in cinque finiscono davanti al giudice. A un imputato, un kosovaro di 33 anni viene anche contestato l’aggravante dell’odio razziale: «Sei uno sporco negro», «Lasciatemi finire quel negro» le parole che sarebbero state rivolte a un ivoriano di 27 anni, anche lui imputato per rissa. La zuffa si era scatenata la notte della vigilia di Natale del 2014. Tutto sarebbe nato per futili motivi. Una spallata di troppo, provocata dal 27enne, avrebbe innescato la reazione furiosa di un altro ragazzo imputato. Prima le parole, poi i fatti. A cui avevano partecipato almeno altre tre persone. Il 27enne, residente a Serra de’ Conti, era finito in ospedale con una trauma cranico e una lesione al volto. Era ricorso alle cure mediche anche un macedone di 36 anni. Oggi, davanti al giudice Luca Zampetti, sono stati ascoltati alcuni testimoni, tra cui un carabiniere intervenuto al locale e l’ex socio della società che gestisce la discoteca, chiusa dal giorno della tragedia dove sono morte sei persone, tra cui cinque minorenni.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X