facebook rss

Il Castelfidardo alla ricerca
della rimonta salvezza
ferma la Sangiustese sull’1 a 1

SERIE D - Al vantaggio firmato Pezzotti risponde Giovagnoli. Gli uomini di Senigagliesi dividono la posta in palio con l'ultima in classifica e collezionano il quattordicesimo pari stagionale (più di ogni altra formazione del girone F), restando al quarto posto in classifica
domenica 10 Febbraio 2019 - Ore 17:43
Print Friendly, PDF & Email

 

 

La Sangiustese non va oltre l’1-1 contro il fanalino di coda Castelfidardo, al Mancini, in un match comunque godibile. I ragazzi di Senigagliesi restano al quarto posto in classifica e collezionano il quattordicesimo pareggio stagionale, più di ogni altra formazione del girone F. Mercoledì arriva il Real Giulianova, al Comunale di Villa San Filippo. La cronaca. I padroni di casa cercano di mettere in campo le armi migliori alla ricerca di una incredibile rimonta salvezza, mentre i rossoblu provano a consolidare la quarta piazza. Il risultato finale è la divisione della posta. Assente l’ex Enow, squalificato. Entrambi i tecnici sono alle prese con qualche assenza: mister Senigagliesi deve rinunciare a Tizi e Patrizi mentre mister Vadacca non può contare su Massi, Bracciatelli e De Vita infortunati, oltre a Petrarulo allontanato in settimana. Subito pericolosi, con Cerone che non approfitta del corto rilancio di Mercorelli, i rossoblù passano in vantaggio all’8’ con Pezzotti dalla sinistra imbeccato alla perfezione dalla verticalizzazione di Scognamiglio. I biancoverdi sono però vivi e non rinunciano affatto alla contesa. Calabrese e D’Ercole si fanno pericolosi più volte dalle parti di Chiodini, prima che Giovagnoli, sugli sviluppi di un corner calciato da Trillini, di testa realizzi il gol del pari. Al Castelfidardo potrebbe anche riuscire un clamoroso sorpasso con un palo centrato alla mezz’ora da Mercatante e la palla che danza pericolosamente sulla linea. Nelle fila degli ospiti sempre in grande spolvero Pezzotti, che in più di un’occasione sfiora la doppietta. Nella ripresa i ritmi calano e le occasioni latitano su entrambi i fronti. Il risultato di parità non si sblocca e si arriva al triplice fischio: proprio allo scadere Scognamiglio salva su Calabrese sulla linea e la gara termina senza ulteriori sussulti.

Il tabellino:

CASTELFIDARDO (5-3-2): Mercorelli, Lombardo, Giovagnoli, Pigini, Radi, Caruso, Severini, Trillini, Mercadante (22’ st Granado), Calabrese, D’Ercole (33’ st Diouf). A disposizione: Barbato, Recanatini, Tiriboco, Alla, Stacchiotti, Semiao, Marino, Di Lollo. Allenatore: Massimiliano Vadacca.

SANGIUSTESE (4-2-3-1): Chiodini, Shiba, Santagata, Perfetti, Scognamiglio, Moracci, Pezzotti, Camillucci, Cheddira, Cerone (35’ st Carta), Argento. A disposizione: Carnevali, De Reggi, Massaroni, Buaka, Doci, Kamara, Pluchino, Patrizi. Allenatore Stefano Senigagliesi.

TERNA ARBITRALE: Ursini di Pescara (Gaddoni di Faenza – Tagliaferri di Faenza)

RETI: 8’ p.t. Pezzotti, 26’ p.t. Giovagnoli

NOTE: spettatori 500 circa con rappresentanza ospite; ammoniti: Granado, Perfetti, Lombardo e Caruso; corner 4-2; recupero 4′ (0’ + 4’).

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X