facebook rss

Picchia la compagna davanti agli occhi
della figlioletta: 34enne patteggia

ANCONA - Un anno e otto mesi, pena sospesa, per un uomo all'epoca dei fatti residente a Trecastelli e imputato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. I reati si sarebbero consumati tra il 2008 e il 2015. Vittima, la sua ex convivente, nonchè madre di sua figlia minore
lunedì 11 Febbraio 2019 - Ore 17:55
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Schiaffi, spintoni e calci alla compagna in presenza della loro bimba: 34enne patteggia davanti al giudice un anno e otto mesi di reclusione, pena sospesa. Doveva rispondere di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, contestati dopo la denuncia sporta dall’ex convivente nel novembre 2015, al termine dell’ennesimo episodio di violenza subita. Stando a quanto riportato dalla donna, assistita durante tutto il percorso intrapreso in tribunale dall’avvocato Laura Versace, i maltrattamenti si sarebbero susseguiti dal 2008 fino al 2015 in un’alternanza di soprusi morali e fisici. In varie occasioni, gli atti di violenza sarebbero avvenuti in presenza della figlia. Aveva solo 9 anni quando aveva cercato di frapporsi tra i genitori al culmine di un litigio in cui la donna, per sfuggire alla botte, si era dovuta rintanare in bagno. La porta sarebbe poi stata buttata giù dal 34enne. In altre occasioni, l’uomo l’avrebbe schiaffeggiata, spintonata e presa per i capelli, strappandole anche una ciocca (la foto è finita agli atti). In un primo momento, il pm aveva deciso di archiviare l’inchiesta. C’è stata opposizione da parte della vittima e il gip ha deciso di riapre il caso. Oggi, l’udienza dove si è deciso il patteggiamento.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X