facebook rss

Mirco Soprani lascia
il consiglio comunale
e la politica attiva

CASTELFIDARDO - Dopo 21 anni l'ex sindaco di Castelfidardo di Solidarietà Popolare passa il testimone al giovane consigliere comunale Marco Gambi e si ritira dalla scena politica ringraziando tutti. "Big Ben ha detto stop" scherza
Print Friendly, PDF & Email

l’ex sindaco Mirco Soprani, esponente del gruppo consiliare Solidarietà Popolare

Lascia la politica attiva dopo 21 anni vissuti in prima linea affrontando battaglie per migliorare la qualità di vita di Castelfidardo. Mirco Soprani, vice sindaco e assessore alla Cultura dal 2001 e sindaco dal 2006 al 2016 della città della fisarmonica, venerdì scorso nel cambio di staffetta annuale che il gruppo di Solidarietà Popolare si è imposto, ha consegnato il suo seggio consiliare a Marco Gambi, alla sua prima esperienza amministrativa, mentre a guidare i consiglieri come capogruppo sarà invece Massimiliano Russo. “Big Ben ha detto stop – ha scherzato Soprani – Come già preannunciato nella seduta del 27 dicembre scorso, dopo circa 21 anni consecutivi vissuti in ruoli diversi all’interno di questo Consiglio comunale, ho deciso di lasciare definitivamente la politica attiva, pur restando all’interno di Solidarietà Popolare, rassegnando così le dimissioni dal ruolo occupato attualmente di Consigliere Comunale. Questo anche nel rispetto della rotazione che il nostro gruppo ha negli anni sempre previsto, cercando così di far fare esperienza amministrativa a quanti più elementi possibili. Ne approfitto per inviare un ‘in bocca al lupo’ a colui che mi subentrerà, il consigliere Marco Gambi, alla sua prima esperienza amministrativa”.

Il consiglio comunale di Castelfidardo

Con fair play politico e in perfetto stile british, l’ex sindaco a augurato ai colleghi di gruppo e a tutta l’aula “di continuare a lavorare sempre nell’interesse della città, con l’auspicio che il bene comune, e soprattutto le fasce più deboli, restino al primo posto fra quelle da attenzionare. Vi invito infine a continuare la politica di abbattimento dell’indebitamento pubblico che, in tempi certo più difficili, ho perseguito nei miei due mandati, dando così un forte segnale politico alla città”.

Un caro saluto è stato riservato ai dipendenti comunali e a “tutto l’apparato comunale che ho imparato ad apprezzare per professionalità e competenza in tutti questi anni. Dai dipendenti ai funzionari con cui si è instaurato, pur nel differente ruolo, un rapporto di reciproco rispetto e collaborazione. Un grazie a quanti mi hanno supportato come assessori e consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione. Di quest’ultimi ricorderò soprattutto la capacità dialettiche e propositive e mai ostruzionistiche. Infine un saluto affettuoso a questa maggioranza ed al suo e mio sindaco”. L’attuale sindaco di Castelfidardo, Robertro Ascani (M5S) era stato sfidato nel 2016 al ballottaggio da Henry Adamo (Solidarietà Popolare) che nel 2017 aveva lasciato il suo seggio a Massimiliano Russo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X