facebook rss

Morte di Daniel a Bologna:
eseguita l’autopsia

ANCONA - Stamattina la madre del 19enne anconetano, deceduto lunedì sera, ha raggiunto il capoluogo di regione emiliano. "L'ho dovuto riconoscerlo da dietro una vetrata, Non me lo hanno fatto nemmeno riabbracciare e non ci hanno ancora restituito il suo corpo. Sono straziata perchè nessuno sa dirmi che cosa è successo" racconta disperata Cristiana Bertacca
mercoledì 6 Marzo 2019 - Ore 20:11
Print Friendly, PDF & Email

Non c’è ancora una data per il rientro ad Ancona della salma di Daniel Catarinangeli, deceduto lunedì scorso per un malore improvviso a Bologna. Il19enne anconetano era appena rientrato a casa, nel capoluogo di regione emiliano dove viveva da qualche tempo svolgendo lavori saltuari, al termine di un viaggio in Danimarca dove aveva riabbracciato suo padre. Nella serata di lunedì scorso si è sentito male in strada, poco lontano da dove abitava, e sono stati inutili tutti i tentativi di rianimarlo messi in atto dal 118, allertato dagli amici del ragazzo. La vicenda però presenta ancora molti contorni sfocati. “Non riesco a sapere che cosa è successo” racconta Cristiana Bertacca, la madre di Daniel che ieri, nella disperata necessità di dare un senso a questo dramma, ha comunicato sui social media la scomparsa del figlio a tutti i contati facebook del giovane.

“Stamattina sul corpo di Daniel è stata eseguita l’autopsia, l’hanno richiesta i medici per risalire alle cause del decesso ma la salma non ci è stata ancora riconsegnata perché manca la firma del magistrato. – racconta la mamma straziata- Sono stata chiamata a riconoscere Daniel da dietro una vetrata dell’obitorio, senza poterlo abbracciare o soltanto avvicinarmi a lui. Sono andata a Bologna solo per fare una firma, non so nemmeno l’ora precisa del decesso” . “Quello che mi addolora di più – aggiunge – è che nessuno sa dirmi che cosa è accaduto lunedì sera. Gli stessi amici bolognesi di mio figlio, per primi, non me lo sanno raccontare. Daniel era un ragazzo libero: voleva vivere a Bologna, la sua città del cuore. Io non avrò pace finché non avrò chiuso il cerchio, finché non potrò cremarlo e farlo riposare in pace. Spero davvero che domani mattina il Pm apponga la firma per rilasciare la salma. Anche il padre sta arrivando dalla Danimarca, così ci raccoglieremo un attimo nella camera ardente per salutare Daniel prima della partenza per la cremazione a Cesena. Ho ricevuto tanta solidarietà e ringrazio quanti si sono messi a disposizione ma sono io che devo curare tutto”.

Tragedia a Bologna, Daniel muore a 19 anni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X