facebook rss

Bandiere Blu, la Regione fa mea culpa
Out Porto Sant’Elpidio
e Porto San Giorgio

CLASSIFICA - Dopo il post di ieri (24 aprile) sui 17 vessilli alle Marche affidato alla pagina ufficiale di Facebook, arriva la doccia fredda nell'apprendere, oggi, che le spiagge di Porto Sant'Elpidio e Porto San Giorgio sono state escluse. Palazzo Raffaello aggiusta il tiro: «Chiediamo scusa a tutti i cittadini e agli organi di informazione per l'errore commesso»
mercoledì 24 Aprile 2019 - Ore 21:11
Print Friendly, PDF & Email

 

Quante Bandiere Blu alle Marche? L’ufficialità arriverà solo il 3 maggio, durante la consegna dei riconoscimenti a Roma –, ma con le spiagge di Porto Sant’Elpidio e Porto San Giorgio fuori dalla classifica (come confermato nel primo caso dal sindaco e nel secondo dall’assessore all’Ambiente), la Regione ha dovuto aggiustare il tiro sull’entusiasta post, pubblicato ieri (23 aprile) sulla pagina ufficiale di Facebook, che annunciava i 17 vessilli e la riconquista del terzo posto in Italia.
«A proposito della notizia delle 17 bandiere blu assegnate ai comuni marchigiani, riportata da una tv che noi ieri abbiamo contribuito a rilanciare – scrive Palazzo Raffaello in un secondo post uscito oggi, in tarda serata –, fatte ulteriori verifiche, abbiamo appurato che non è corretta. L’assegnazione delle bandiere blu infatti non è comunicata alla Regione, ma sono direttamente convocati i comuni. Pertanto chiediamo scusa a tutti i cittadini e agli organi di informazione per l’errore commesso. Il 3 maggio, quando ufficialmente le bandiere blu saranno assegnate, ci premureremo di informare correttamente tutti. Siamo certi – conclude la Regione – che anche quest’anno le attestazioni saranno tante e la bellezza della nostra terra e del nostro mare avrà il giusto riconoscimento». Lo scivolone social ha coinvolto pure l’assessore regionale al Turismo, Moreno Pieroni, che ieri aveva ripreso e diffuso anche dal sul profilo Fb la notizia.

Intanto, i due comuni del Fermano esclusi dalla classifica stilata dalla Fee si interrogano sulle ragioni della decisioni. Il sindaco di Porto Sant’Elpidio, Nazareno Franchellucci che questa mattina ha convocato una conferenza per comunicare l’amara notizia. «Dobbiamo prima di tutto comprendere cosa sia successo, poi fare il possibile per riottenere la Bandiera blu nel 2020. Un aspetto deve essere chiaro – puntualizza il sindaco –: i parametri delle acque di balneazione sono identici a quelli dell’anno scorso, chiunque può verificare sul sito dell’Arpam ed accertarne la conformità». L‘assessore all’Ambiente di Porto San Giorgio, Massimo Silvestrini, invece, circoscrive le cause, spiegando che è «tutto legato solo ed esclusivamente ai due fossi, Valleoscura e Petronilla. I problemi sono quelli che abbiamo già illustrato più volte – fa l’elenco l’assessore –: la balneabilità delle acque, all’altezza del fosso al centro i parametri per tre volte sono scesi da eccellente a buono, in quello a nord una volta i parametri sono stati stimati come sufficienti. E purtroppo parliamo di condicio sine qua non per la bandiera blu. Purtroppo Fermo nei fossi, con i colmatori, ha questo problema: si mescolano acque chiare a acque scure. Da Fermo sono stati assolutamente collaborativi, ma ora Ciip e Regione decidano che lavori vanno effettuati».

(redazione Cronache Ancona)

Bandiere Blu, Marche sul podio: premiate 17 spiagge

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X