facebook rss

Lega, la carica dei 500 candidati

IL PUNTO a un mese dalle elezioni del commissario Paolo Arrigoni: «Vogliamo esprimere amministratori che diano nuova spinta ad un territorio ostaggio della cattiva politica»
mercoledì 24 Aprile 2019 - Ore 18:01
Print Friendly, PDF & Email

Paolo Arrigoni durante l’incontro ad Ancona

 

La Lega fa il punto a un mese dall’appuntamento alle urne. Il commissario regionale Paolo Arrigoni durante la riunione di ieri sera ad Ancona, alla presenza anche di consiglieri regionali, parlamentari, candidati e iscritti, ha fatto un bilancio di «quasi 500 candidati» di cui tre al parlamento europeo (Cinzia Bonfrisco, Leo Bollettini e Mauro Lucentini). In provincia di Macerata si va al voto in 38 comuni. Tra i candidati sindaco “benedetti” direttamente dalla Lega ci sono Francesco Pacetti (Cingoli), Loredana Remigi (Castelsantangelo), Luca Buldorini (Appignano), Giuseppe Sardini (Monte San Giusto), Vittorio Sampaolo (Treia). Nel resto della provincia la Lega, con qualche eccezione (come Cingoli), sostiene direttamente (con nomi in lista) o moralmente la continuità amministrativa di centrodestra. E, dove il sindaco uscente è di centrosinistra, sostiene l’avversario.

«L’avanzata della Lega è evidente non solo nei sondaggi e procede a marce forzate grazie al crescente consenso dei marchigiani che ne toccano con mano la concretezza dei programmi – ha detto Arrigoni –. A colpi di fatti ci è riuscito il miracolo di riportare all’impegno tanti cittadini perbene il che ci ripaga del grande sforzo fatto dal governo per rispondere ai bisogni reali della gente. Ora concentriamo questo sforzo sul dovere di esprimere amministratori che diano nuova spinta ad un territorio ostaggio della cattiva politica». Da qui a maggio dovrebbero arrivare in regione anche esponenti di spicco di Parlamento e Governo per dare manforte ai candidati e ai responsabili locali del partito. «Con donne e uomini di buona volontà la Lega dimostra che il governo del buonsenso e delle risposte ai bisogni della gente è possibile – conclude Arrigoni –. Nel prossimo mese concentrerà ogni sforzo per trasformare anche nelle Marche un progetto fondato sui valori in una realtà autenticamente di valore».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X