facebook rss

Giallo del fiume Esino,
nessuno ha reclamato il cadavere

FALCONARA - Resta ancora un mistero l'identità del corpo trovato ieri mattina da un pescatore e recuperato dai carabinieri. Lunedì l'autopsia all'Istituto di Medicina Legale di Torrette
Print Friendly, PDF & Email

Trovato morto nell’Esino: è ancora mistero attorno all’identità del cadavere. Da quanto il corpo dell’uomo è stato portato all’obitorio di Torrette non è arrivata alcuna segnalazione che potesse mettere gli investigatori sulla giusta via per dare un’identità al cadavere. Luned’ mattina, a Torrette, verrà eseguita l’autopsia sul corpo dell’uomo per mano del dottor Manuel Papi. L’accertamento è stato disposto dal pm Daniele Paci. Stando a una prima ricognizione, sul cadavere non sarebbero state trovate tracce di violenze. Dunque, la morte sarebbe da attribuire a cause naturali. Per quanto riguarda le fattezze del corpo, i carabinieri della Tenenza di Falconara – che coordinano le indagini – ipotizzano che l’uomo possa avere  tra i 30 ed i 50 anni. Deve essere stato in balia della corrente per almeno 48 ore.

Cadavere ritrovato nel fiume Esino: è mistero sull’identità (Foto)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X