facebook rss

Accoltellato per dissidi condominiali,
65enne arrestato per tentato omicidio aggravato

CENTOBUCHI - L'uomo, operaio in pensione di origine catanese, ha atteso il 37enne, padre di tre figli, nel seminterrato colpendolo all'addome. Poi è salito in casa per cambiarsi gli abiti sporchi di sangue. La vittima è riuscito a chiamare i Carabinieri. Operato d'urgenza in ospedale, è fuori pericolo
Print Friendly, PDF & Email

Problemi condominciali sfociano in un’aggressione in piena regola. E alla fine un giovane uomo di 37 anni, padre di tre figli, rischia di morire dopo essere stato accoltellato dal rivale, un uomo di 65 anni. Tutto questo è accaduto martedì notte a Centobuchi, in un condominio vicino al campo sportivo comunale. Un 65enne di origine catanese, operaio in pensione di una ditta della zona, ha atteso il 37enne nel seminterrato dell’edificio. Conosceva le sue abitudini ed ha pianificato il tutto. Lo ha affrontato ed ha subito estratto un coltello, con una lama di dieci centimetri, con il quale lo ha colpito con violenza all’addome.

La vittima ha avuto la forza di chiamare i Carabinieri che sono arrivati sul posto nel giro di pochi minuti. Nel frattempo l’accoltellatore è risalito tranquillamente nel suo appartamento. E’ lì che l’hanno trovato i Carabinieri, dopo che aveva provveduto a cambiarsi poichè gli abiti che indossava si erano sporcati di sangue. Nel frattempo è giinta a sirene spiegate un’ambulanza del 118 che ha prestato le prime cure al ferito trasportandolo all’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto. Dove è stata allestita subito la sala operatoria. E’ stato infatti operato d’urgenza e solo all’alba di oggi è stato dichiarato fuori pericolo. Il 65enne è stato arrestato e portato nel carcere ascolano di Marino del Tronto a disposizione della Procura della Repubblica di Ascoli.

Non molto distante dal luogo dell’aggresione, dove un tempo c’era la discoteca Oxygen, il 7 dicembre 1986 si consumò una tragedia. Anche quella volta spuntò la lama di un coltello, e a perdere la vita fu un 21enne del posto. Un suo amico coetaneo rimase leggermente ferito a una mano. Vennero arrestati due ascolani che all’epoca dei fatti avevano 20 e 24 anni. L’accusa fu di omicidio volontario e concorso in omicidio.

Accoltellato un uomo di quarant’anni, grave al “Madonna del Soccorso”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X