facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Croce Gialla, tre nuove seggioline
per il trasporto pazienti

ANCONA - Gli acquisti grazie ai soldi devoluti all'associazione di via Ragusa dalla vedova di Giancarlo Cori
Print Friendly, PDF & Email

 

«Negli ultimi periodi di vita mio marito ha avuto bisogno della Croce Gialla di Ancona, ma non sempre la seggiolina in dotazione all’ambulanza riusciva ad entrare nell’ascensore costringendo i volontari a fare tutte le scale a piedi. Una situazione che faceva soffrire mio marito che una volta mi disse che era sua intenzione premiare questi ragazzi per il lavoro che facevano». A parlare è la moglie di Giancarlo Cori venuto a mancare qualche anno fa. A distanza di tempo la vedova si è ricordata di quello che aveva detto il marito: «Un giorno tornando a casa ho visto la Croce Gialla nel palazzo dove abito che stava accompagnando una signora. Ho avuto una sorta di flash, mi sono ricordata di quello che aveva detto mio marito ed ho preso contatti con l’associazione a cui ho devoluto una somma di denaro». Il desiderio di Giancarlo Cori è stato esaudito perchè con i soldi avuti in donazione la Croce Gialla ha provveduto all’acquisto di tre seggioline pieghevoli di ultima generazione. Si tratta di ausili che permettono di scendere le scale utilizzando una sorta di cinghia stabilizzatrice in gomma che segue fedelmente i profili dei gradini. Il paziente risulta essere assicurato alla seggiolina da una serie di cinte con la stessa seggiolina che non viene più sostenuta da due persone ma da un solo operatore che si piazza alle spalle del paziente e una volta inclinato l’ausilio inizia ad affrontare le scale in totale sicurezza. Una donazione che ovviamente ha fatto felici i volontari della Croce Gialla di Ancona e ha reso onore a una persona amata e benvoluta da tutti come era Giancarlo Cori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X