facebook rss

Regione, Anci e Arpam insieme
contro i mozziconi di sigaretta in spiaggia

ANCONA- Oggi la presentazione della campagna di sensibilizzazione ambientale #spiaggesenzafiltro . Spunta anche un'App dell'Arpam che fornirà ai turisti e ai cittadini i dati della balneabilità in tempo reale, il meteo e potrà essere implementata con altre informazioni come i dati sulla qualità dell’aria
martedì 16 Luglio 2019 - Ore 17:33
Print Friendly, PDF & Email

“Dodici anni per degradarsi, un minuto per degradare la spiaggia”. Recita così il messaggio della campagna di comunicazione #spiaggesenzafiltro presentata oggi in Regione e promossa dall’assessorato regionale all’Ambiente, Anci e Arpam, con la collaborazione di Marche Tourism- Fondazione Marche Cultura, per sensibilizzare la cittadinanza a non abbandonare sulle spiagge i filtri di sigaretta. Ci vogliono infatti dai 5 ai 12 anni perché un mozzicone (acetato di cellulosa) si distrugga, costituendo una fonte di inquinamento per il suolo, oltre che per l’acqua e per i pesci, a causa della fuoriuscita di nicotina e catrame rimasti all’interno del filtro. In Italia, ogni anno sono 20 mila tonnellate i mozziconi lasciati dai 13 milioni di fumatori italiani, a fronte dei 35 milioni di tonnellate dei rifiuti solidi urbani, moltissime se si pensa al potenziale inquinante di tali mozziconi, dispersi dovunque.


“Serviva un’iniziativa forte e convincente, proprio in questo periodo in cui abbiamo assistito sulla nostra pelle cosa può comportare il cambiamento climatico – ha detto l’assessore regionale all’Ambiente, Angelo Sciapichetti in conferenza stampa– e a tutti chiediamo di conservare e tutelare la bellezza delle nostre spiagge e dei nostri territori. E’ una delle tante iniziative che stiamo conducendo nell’ottica di un’educazione ambientale rivolta a costruire una coscienza ambientale a cominciare dai più giovani, ma chiediamo a tutti che ci si impegni nella salvaguardia della bellezza. L’impegno da parte delle istituzioni regionali, ma anche dei Comuni, c’è ed è forte, e proprio il prossimo 30 luglio sarà esaminata in Consiglio regionale una proposta di legge che contiamo di approvare sulla cosiddetta ‘plastic free’, contro l’utilizzo delle confezioni di plastica monouso. Saremo la prima Regione italiana che adotta con legge una normativa europea”.

Dal punto di vista numerico, i mozziconi di sigaretta sono il rifiuto singolo più abbondante sulla Terra: su scala globale, ogni giorno, ne vengono dispersi nell’ambiente più di 10 miliardi.
“#spiaggesenzafiltro è una campagna che Arpam- afferma il suo direttore generale, Giancarlo Marchetti – sostiene con convinzione nella consapevolezza di come essa rappresenti un ulteriore passo in direzione della tutela della risorsa mare”. E sempre a proposito di mare il direttore generale ha illustrato la nuova app realizzata dall’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche che fornirà ai turisti e ai cittadini i dati della balneabilità in tempo reale, il meteo e potrà essere implementata con altre informazioni come i dati sulla qualità dell’aria. “Ci sono già molte amministrazioni comunali che – ricordano dalla Regione – hanno adottato piani per la tutela del mare e delle spiagge prevedendo il divieto di fumo e con tale campagna si intende far conoscere le conseguenze ambientali dell’abbandono dei mozziconi sulle spiagge delle coste marchigiane”. “Fin da subito l’Anci Marche ha creduto in questa iniziativa – ha sottolineato il presidente Maurizio Mangialardi – perché sosteniamo con convinzione e da sempre i progetti di eco-sostenibilità. Sembra paradossale che vi sia ancora la necessità di educare a tutelare l’ambiente, quando dovrebbe essere naturale adottare un comportamento che in fondo è di autodifesa, eppure ce n’è ancora bisogno. Per questo siamo tra i promotori di questa campagna che crediamo utilissima e da diffondere con ogni strumento”.


A questo ci penserà anche Marche Tourism che fa capo alla Fondazione Marche Cultura, presente oggi con il direttore Stefania Benatti, che con i suoi 30 profili gestiti in diverse lingue sui maggiori social network e 300 mila follower solo sulla pagina italiana di Facebook diffonderà il messaggio, come ha ricordato il direttore della Fondazione Stefania Benatti: “Il contenitore digitale #spiaggesenzafiltro – ha spiegato Sandro Giorgetti, social media manager del team regionale – sarà il contenitore digitale di una serie di iniziative che proporremo ai nostri utenti, in primis di testimoniare la loro attività in favore di questa campagna e potremo monitorarli appunto attraverso l’hastag, dedicando album fotografici e copertine di attività e immagini ad hoc da veicolare sui profili social. Ma già esiste una bella sensibilità dei nostri utenti su questi temi avendo iniziato da giugno a divulgare e condividere attività che hanno come tema il turismo sostenibile”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X