facebook rss

Il Sacramento vince
la Contesa della Crescia

OFFAGNA  – Ieri in piazza della Contesa le ultime due prove del torneo medievale. Il presidente del rione: “Grande successo con una squadra rinnovata”
Print Friendly, PDF & Email

Un momento del troeno medievale

 

E’ stato il rione Sacramento a vincere la Contesa della Crescia 2019. Ieri sera (martedì 23 Luglio) si sono tenute in piazza le ultime due prove della Disfida in Armi che catalizza l’attenzione di tutti gli offagnesi. Al termine della prima prova, quella dell’arco, il Sacramento ha chiuso in vantaggio, mantenendo il pronostico dopo il buon risultato del lunedì alla mazza e alla balestra. Vantaggio che è stato confermato alla prova della lancia, nella quale il Sacramento ha rintuzzato il tentativo di rimonta di San Bernardino e Torrione, mentre la Croce era più staccata. A sfidarsi nel campo d’armi sono stati nell’arco Francesco Marcianesi per la Croce, Giorgio Parrettini per il Sacramento, Matteo Fattori per San Bernardino e Filippo Natalini per il Torrione. Nell’ultima decisiva prova della lancia hanno gareggiato Alessio Rosati per la Croce, Davide Pergolesi per il Sacramento, Ludovico Lucantoni per San Bernardino e Riccardo Pitturri per il Torrione. Una volta che il giudice di gara Paolo Miraglia ha decretato il vincitore della Contesa è esplosa la festa con il corteo a rendere omaggio al Sacramento, portando in trionfo gli atleti fino alla taverna del rione, accompagnati dagli spettacoli di tamburi e sbandieratori di Offagna. Stasera verrà issato il vessillo arancionero del Sacramento sul Mastio della Rocca, dove resterà per un anno.

A presiedere il rione che ha per motto “Fides et Labor sunt salus populi” (Fede e lavoro sono la salute del popolo) e come arma da parata la mazza snodata, è Gilberto Paoletti, ieri ancora inebriato dal successo: <E’ il nostro sesto successo in 31 edizioni, da quattro anni non vincevamo, è una grandissima soddisfazione –racconta il presidente del Sacramento-, ma ce l’aspettavamo perché quest’anno avevamo una squadra rinnovata, affiatata e rinforzata, con un Maestro d’armi, Federico D’Aversa, che ha fatto un grande lavoro. Per due mesi i ragazzi si sono allenati intensamente e ci hanno aggiornato costantemente. A fine gara abbiamo svuotato il bar della taverna tanto si è brindato dalla gioia. Finite le feste con calma organizzeremo un banchetto in onore della squadra e premieremo tutti gli atleti”.

Il programma di domani, giovedì 25, prevede in piazza del Maniero alle 19 l’esibizione dei falconieri e dalle 21 i due spettacoli de I Cantastorie – La Quinta Praticabile di Genova. Nella scalinata del Torrione il mondo dei burattini con gli Acqualta Teatro che alle 19.30 propongono “La strega innamorata”. Alle 19 nella biblioteca comunale conferenza sul tema “Pievi, Castelli, Spidali e Villaggi dal Monte Cerno al fosso di Castagneto” a cura di Stefano Simoncini. Alle 20 lo spettacolo clou di piazza della Contesa con l’esibizione della scuola di sbandieratori del Gruppo Storico Offagna, a seguire il Gruppo Giovani Teatranti Offagna animerà la piazza con “Non ci resta che ridere”. In Largo Sacramento alle 22 gli Acqualta Teatro con “Zavir, il giullare della regina” e per concludere alle 23, di nuovo in piazza della Contesa, i VisionAria con danza aerea e nuovo circo che si esibiscono in “Etere”. Come ogni sera, fino a sabato 27, le animazioni al parco della Rocca con giochi e attrazioni d’epoca medievale, la via del mercato, quella dei cartomanti e le mostre fotografiche in sala consiliare, al Ss. Sacramento e alla biblioteca comunale, oltre ai tre musei a prezzi ridotti e le ambientazioni tipiche nella via del mercato, nel vicolo dei cartomanti e nelle taverne dei quattro rioni che propongono piatti medievali e la classica crescia di Offagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X