facebook rss

Le Feste Medievali proseguono
con il ballo di mezzanotte

OFFAGNA - Protagonista sarà anche il gruppo Tamburi dopo lo spettacolo degli sbandieratori diretti da Alessio Rosati
Print Friendly, PDF & Email

 

Dopo lo spettacolo degli sbandieratori ieri sera,  domani (venerdì 26 Luglio) sarà il turno dei tamburi. Sono, queste due, tra le grandi ricchezze autoctone della rievocazione medioevali di Offagna, che da quest’anno si sono unite in un’unica entità: il Gruppo Storico Offagna. Presidente Alessio Rosati, 28 anni, responsabile di oltre 70 sbandieratori, affiancato da Luca Mazzieri che è invece il referente dei circa 35 tamburini. Un gruppo di oltre 100 ragazzi, la maggior parte offagnesi, che animano le vie del centro tutte le sere grazie alla scuola aperta ai più piccoli con istruttrici Francesca Carloni per i tamburi e Camilla Cardellini, Linda Sabatini e Sara Pierantoni per gli sbandieratori. A raccontare questa realtà, orgoglio del borgo medievale, è Alessio Rosati che con i suoi 28 anni è addirittura il più grande anagraficamente.

«Siamo tutti molto giovani in effetti –commenta Rosati-, tra gli sbandieratori abbiamo anche un bambino di appena 5 anni. Riusciamo a coinvolgerli con la scuola che allestiamo 3-4 mesi prima delle rievocazioni storiche, attraverso la quale organizziamo 2-3 lezioni settimanali, mentre noi più grandi non smettiamo mai di allenarci anche di inverno». Grazie a questa costanza sbandieratori e tamburi di Offagna hanno partecipato in passato ad altre rievocazioni storiche come quelle di Servigliano e Cordinaldo ma pure in Spagna e in Francia.«La nostra casa però è Offagna e vedere il successo di pubblico per noi è un vanto, è molto bello esibirsi in piazza con le tribune piene come successo mercoledì agli sbandieratori e come accadrà venerdì ai tamburi» dice Rosati. Che poi spiega il perché di questa unione «quest’anno abbiamo deciso di unire le forze creando il Gruppo Storico Offagna, così cerchiamo di valorizzarci al meglio e fare anche spettacoli congiunti. Oltre agli show in piazza, tutte le sere delle feste facciamo piccole esibizioni itineranti». Il nuovo format di Offagna Borgo Medioevale con ingresso libero tenta proprio di valorizzare sempre di più le eccellenze del borgo, come tamburi e sbandieratori appunto, ma anche Infusio Vulgaris, Clan Catene Ardenti e la Disfida tra i quattro rioni.«Valorizzare le qualità che abbiamo ad Offagna, la nostra ricchezza artistica, è stata la strada giusta, e l’ottima presenza di questi giorni feriali lo dimostra» conclude Rosati.

Il programma di domani, venerdì 26, prevede in piazza del Maniero alle 19 l’esibizione dei falconieri e dalle 21 i due spettacoli de I Cantastorie di Quinta Praticabile di Genova. Nella scalinata del Torrione il mondo dei burattini con gli Acqualta Teatro che alle 19.30 propongono “Chi la fa l’aspetti”. Alle 19 alla chiesa del Sacramento conferenza sul tema “Carte da gioco o alfabeto del destino” con la partecipazione del professor Paolo Aldo Rossi e Ida Li Vigni a cura dell’Accademia della Crescia. Alle 22 in largo Sacramento le Giullarate de Li Nadari, alle 22.45 in piazza del Balestriere lo spettacolo de Le fate dei Sibillini, alle 23 in piazza della Contesa lo show dei tamburi e per finire alle 23.45 in piazza del Maniero, ai piedi della Rocca, concerto e Gran Ballo di Mezzanotte con i Barbarian Pipe Band. Come ogni sera, fino a sabato 27, le animazioni al parco della Rocca con giochi e attrazioni d’epoca medievale, la via del mercato, quella dei cartomanti e le mostre fotografiche in sala consiliare, al Ss. Sacramento e alla biblioteca comunale, oltre ai tre musei a prezzi ridotti e le ambientazioni tipiche nella via dei mercanti, nel vicolo dei cartomanti e nelle taverne dei quattro rioni che propongono piatti medievali e la classica crescia di Offagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X