facebook rss

Inaugurata la nuova sede
della Polizia Locale
dell’Unione dei Comuni

SENIGALLIA – Taglio del nastro a Passo Ripe per il comando della Pm “Le Terre della Marca Senone” che controlla i Comuni di Barbara, Ostra, Ostra Vetere e Trecastelli. Presenti il presidente dell’Unione Maurizio Mangialardi con i sindaci Marco Sebastianelli, Federica Fanesi, Rodolfo Pancotti e Riccardo Pasqualini
Print Friendly, PDF & Email

 

È stata ufficialmente inaugurata a Passo Ripe la nuova sede della Polizia Locale dei Comuni di Barbara, Ostra, Ostra Vetere e Trecastelli. Il comando unico è nato nell’ambito dell’Unione dei Comuni “Le Terre della Marca Senone”, alle quale, lo scorso 9 aprile, sono state conferite le funzioni di Polizia locale dei suddetti Comuni. Al taglio del nastro hanno preso parte il presidente dell’Unione Maurizio Mangialardi, il sindaco di Trecastelli Marco Sebastianelli, il sindaco di Ostra Federica Fanesi, il sindaco di Ostra Vetere Rodolfo Pancotti e il sindaco di Barbara Riccardo Pasqualini. Tra gli interventi anche quelli del comandante della di Polizia Locale Leonardo Latini, del questore di Ancona Claudio Cracovia e del presidente del consiglio regionale delle Marche Antonio Mastrovincenzo. La cerimonia si è conclusa con la benedizione dei locali da parte del vescovo di Senigallia Francesco Manenti.

“Giorno dopo giorno – afferma Mangialardi – l’Unione sta prendendo forma con il progressivo conferimento di molte funzioni da parte dei vari comuni aderenti, rivelandosi sempre più uno strumento amministrativo efficace e innovativo, in grado di offrire migliori servizi, risparmio della spesa, maggiori investimenti e semplificazione della macchina amministrativa. La nascita del comando unico della Polizia locale di questi quattro comuni mira a rendere ancora più efficiente un servizio fondamentale per la sicurezza dei cittadini, come dimostrano già i primi risultati ottenuti: la copertura di un arco giornaliero di dodici ore consecutive, la flessibilità nell’utilizzo del personale sui territori interessati per garantire continuità anche in periodi di assenza di personale, e gli investimenti sulla strumentazione tecnologica”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X