facebook rss

Municipale: agenti premiati
dal sindaco ma ‘bocciati’
nella scheda di valutazione

POLEMICA - 50 su 60 il punteggio raccolto da tutti i componenti della sezione di polizia giudiziaria. Pronto il ricorso del sindaco Ugl e un'interrogazione della Lega
Print Friendly, PDF & Email

Polizia Municipale (foto d’archivio)

 

Alla cerimonia per festeggiare la Municipale sono stati premiati con un encomio solenne per un’operazione che ha portato alla chiusura di un centro massaggi a luci rosse, nelle scheda di valutazione è arrivata invece la penalizzazione: 50 su 60 il punteggio raccolto dagli agenti della sezione di polizia giudiziaria. La ‘pagella’ è stata redatta per tracciare un andamento del singolo agente sulla performance del 2018. La discrepanza tra l’encomio consegnato lo scorso giugno e i risultati della scheda hanno fatto scattare l’intervento del sindacato Ugl e della Lega. Da parte del primo ente, attraverso il portavoce Vincenzo Marino, è partita una istanza di ricorso all’Organismo indipendente di valutazione (OIV), per rivedere la votazione degli agenti attraverso una procedura di conciliazione. Nell’istanza, il sindacato sottolinea come nel «Dlgs 1501/ 2009 – testo normativo di riferimento – le
misurazioni e le valutazioni svolte dai “Dirigenti” sulle performance individuali del personale sono effettuate sulla base del: 1) raggiungimento di specifici obiettivi di gruppo o individuali (pienamente conseguiti come da documentazione presente presso l’Ente – Rapporto Giornaliero degli Obiettivi); 2) alla qualità del contributo assicurato alla performance dell’unità organizzativa di appartenenza». Per il sindacato, tutti e due i target sono stati raggiunti. Dunque, diventa inspiegabile il punteggio raccolto nella scheda valutativa. Sul caso, interverrà anche la Lega che presenterà un’interrogazione in Consiglio comunale per chiedere spiegazioni al sindaco circa la valutazione riservata alla sezione di polizia giudiziaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X