facebook rss

Danni all’agricoltura,
al via ricognizione nelle aziende

MALTEMPO - Il governatore Luca Ceriscioli ha chiesto lo stato di calamità per i nubifragi di inizio luglio, ora è partito il monitoraggio per ottenere i risarcimenti
Print Friendly, PDF & Email

 

Un’immagine del maltempo

 

Danni per il maltempo, al via la ricognizione nelle aziende agricole. La Regione ha chiesto lo stato di calamità per le tempeste che si sono abbattute sulle Marche e hanno flagellato in particolare l’Anconetano e il Maceratese, il 9 e 10 luglio scorsi. A seguito della richiesta di calamità avanzata dal governatore Luca Ceriscioli, è partito il monitoraggio sui danni. Le aziende coinvolte devono inoltrare le segnalazioni entro martedì 20 agosto. È stata predisposta un’apposita modulistica che verrà trasmessa alle associazioni agricole per agevolare la raccolta delle richieste. «La fase della rilevazione è fondamentale per valutare la sussistenza delle condizioni che consentono di accedere al Fondo di solidarietà nazionale e per delimitare il territorio colpito – chiarisce la vice presidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura – A causa dei forti venti e delle intense precipitazioni, sono pervenute notizie e segnalazioni di danni alle imprese agricole». Le norme sugli aiuti di Stato della Comunità europea prevedono indennizzi qualora il danno superi il 30 per cento della produzione media annua. Le agevolazioni risarciscono esclusivamente i costi sostenuti per il ripristino di stalle e fienili, magazzini di deposito e ricovero attrezzi, scorte e impianti.

</

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X