facebook rss

Affido dei minori,
sit-in della Lega
davanti al Tribunale

ANCONA - I consiglieri regionali Zaffiri e Malaigia sono stati anche ricevuti dal presidente. Tra le richieste: più sostegno alle famiglie d'origine
Print Friendly, PDF & Email

 

Sandro Zaffiri e Marzia Malaigia

 

Il gruppo consiliare regionale della Lega oggi in sit-in davanti al Tribunale per i minori di Ancona per esprimere preoccupazione riguardo il sistema degli affidi dei minori. Gli esponenti della Lega, i consiglieri Sandro Zaffiri e Marzia Malaigia, hanno cosi dato seguito all’atto ispettivo presentato i giorni scordi al presidente della Regione Luca Ceriscioli con l’obiettivo di avviare una puntuale verifica su tutto il territorio regionale del percorso di affido dei minori, alla luce dell’inchiesta aperta a Bibbiano.
Per i consiglieri leghisti «l’affidamento dovrebbe garantire ai minori un ambiente affettivamente idoneo ed in prima istanza all’ interno della loro famiglia d’origine. Qualora le condizioni richiedessero un affidamento ad una famiglia affidataria, il sistema deve essere in grado di garantire appieno l’interessato nel suo percorso di crescita sia fisica che psicologica». Per i consiglieri la finalità sottesa all’intervento deve essere duplice: «da un lato il sostegno del minore, dall’altro il sostegno alla sua famiglia di origine».

Sandro Zaffiri

Evidenziando anche come «sia necessario attivare controlli scrupolosi al fine di verificare l’effettivo sostegno genitoriale offerto alle famiglie d’origine in difficoltà e l’avvio di un’attività ricognitiva e di verifica delle attività connesse alla comunità di tipo familiare che accolgono i minori, per garantire davvero la loro tutela». Al termine del sit-in i consiglieri sono stati ricevuti dal presidente del Tribunale ricevendo, riferiscono, «una volontà di intento di modificare l’assistenza al minore che va ricercata maggiormente all’interno del suo sistema familiare».

</

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page