facebook rss

Ubi, finanziamenti in crescita:
erogati 405 milioni di euro

I DATI diffusi dall'istituto e riguardanti le Marche vedono aumentare anche i mutui concessi ai privati. Il responsabile di macro area Gabrielli: «Insieme alle imprese stiamo lavorando allo sviluppo del credito di filiera»
Print Friendly, PDF & Email

 

Roberto Gabrielli

 

Sono 405 milioni di euro i finanziamenti erogati da Ubi in regione nel primo semestre del 2019. In crescita del 10 percento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questo il dato che spicca, anche se il trend positivo riguarda anche i mutui erogati (190 milioni di euro, un +43,5 percento). Stabili le concessioni creditizie in favore delle imprese, anche a causa di una debole domanda di credito per investimenti, con 215 milioni di euro di nuova finanza, di cui 110 milioni a favore delle imprese fino a 10 milioni di fatturato. Netta la crescita della componente factoring, cioè lo smobilizzo dei crediti commerciali delle aziende, a quota 66,6 milioni (+28%).

Sempre nel primo semestre 2019 Ubi Banca ha erogato circa 36,3 milioni di euro di finanziamenti destinati alla ricostruzione post-terremoto, con oltre un terzo delle richieste di contributi da parte delle famiglie e dalle imprese marchigiane veicolate attraverso la rete delle filiali Ubi.

Lo stock totale dei finanziamenti concessi da Ubi nelle Marche ammonta a 5,5 miliardi di euro. Molto positivi anche i dati sulla raccolta, cioè i risparmi che i marchigiani depositano in Ubi, cresciuti a 12,5 miliardi di euro (+1,9%), di cui 7,6 miliardi di raccolta diretta e 4,9 miliardi di raccolta indiretta.

«Nel primo semestre abbiamo continuato ad erogare finanziamenti alle famiglie e alle Pmi marchigiane, con un ritmo più accentuato per la componente retail – ha dichiarato Roberto Gabrielli, responsabile della macro area Marche Abruzzo di Ubi Banca -. Insieme alle imprese stiamo lavorando allo sviluppo del credito di filiera, grazie al factoring, e alla crescita del capitale delle nostre aziende con l’aiuto della nostra struttura di investment banking». Ubi Banca, che ha reso noti oggi i risultati consolidati al 30 giugno 2019, è il principale istituto di credito della regione Marche, con una quota di mercato di circa il 28%, 210 filiali sparse su tutto il territorio regionale e circa 500mila clienti, di cui 450 mila privati: un marchigiano su tre è cliente della banca. Ubi è anche il principale datore di lavoro privato nella regione, con oltre 2500 dipendenti.

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X