facebook rss

Il miglior pesce d’Italia?
Quello preparato da Moreno Cedroni

ANCONA - L'esclusivo menù degustazione del "Clandestino" di Portonovo conquista il premio della guida de L'Espresso
Print Friendly, PDF & Email

Moreno Cedroni

 

La Guida Espresso non ha dubbi: il miglior pesce d’Italia lo prepara Moreno Cedroni nel suo “Clandestino” a Portonovo. Lo chef stellato, non nuovo a premi e riconoscimenti prestigiosi per la sua cucina gourmet, ha conquistato il primo gradino del podio per la Miglior cucina di pesce d’Italia secondo l’Espresso.
Grande soddisfazione per Cedroni e per il suo staff – Alessandro Mandrioli, Luca Naula, Andrea Foletti ed Eugenio Bianchi – speciali nella preparazione del sushi. Il nuovo menù del Clandestino, lanciato da Cedroni e Luca Abbadir (executive della Madonnina del Pescatore) ogni mese di marzo, propone novità negli abbinamenti e nelle presentazioni, che colpiscono lo sguardo ancor prima del palato. A conquistare il primato de L’Espresso per il Clandestino è stato il menù degustazione a base di sushi unito a delle novità come il gin tonico al pino (“Gino e Pino”) presentato sottoforma di ghiacciolo, “In Fermento” cioè ricciola, salicornia, salsa di piselli, acetosella e verdure fermentate; “(Tra) Fillide e Acamante” ovvero tonno bianco fritto, panure ai pistacchi, salsa di mandorle e foglie di senape. Poi ci sono gli spinosini al granchio reale con carote, zenzero, tarassaco e timo (“Soffio di mare e soffio di terra”) e il “Baccalà filosofale” in cui il baccalà si sposa ai peperoni arrostiti, melanzane, malva, cipolla agrodolce, cucunci, mandorle e uvetta. Infine, “Invito al viaggio”, ortiche, borragine e cappesante disidratate. Per un effetto choc anche nei dolci, ecco servito lo “Shock al gelato” con gelato al cappero ed essenza di fiore elettrico, o “Terre di mezzo” una speciale torta caprese con scorzonera, gelato al topinambur e brodino di acetolla. Un menù eccezionale, da primato, da innaffiare con vini naturali delle migliori etichette italiane ed europee, selezionate dai sommelier del Clandestino.

(Ta. Fre.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X