facebook rss

Telefona al 113, si barrica in casa
e minaccia il suicidio
con un coltello: salvata dai poliziotti

SENIGALLIA - La donna, che vive da sola in un appartamento in zona Vivere Verde, ha contattato la sala operativa del Commissariato di Polizia in preda ad una crisi di pianto. Quando gli agenti sono entrati in casa, si era già procurata ferite e lacerazioni in diverse parti del corpo
sabato 7 Settembre 2019 - Ore 14:42
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Poteva avere un epilogo tragico l’episodio, accaduto qualche giorno fa, che ha visto protagonista una donna senigalliese, con problemi psichici manifestati già in passato. La donna, che vive da sola in un appartamento in zona Vivere Verde, e di pomeriggio aveva contattato la sala operativa del Commissariato di Polizia di Senigallia ed, in preda ad una crisi di pianto, manifestava l‘intenzione di togliersi la vita. A quel punto l’operatore di Polizia che aveva ricevuto la chiamata, ha disposto un intervento urgente presso l’abitazione della donna, chiedendo l’ausilio anche al personale del 118 per eventuali esigenze di tipo medico.

Mentre l’equipaggio della Squadra Volante si portava verso l’abitazione della donna, l’agente al telefono, con estrema professionalità, instaurava un dialogo con la donna per tranquillizzarla ma anche per consentire l’arrivo dei poliziotti. Giunti sul posto, gli agenti hanno contattato la donna che, ancora in preda allo stato di agitazione, non ha aperto la porta d’ingresso ribadendo il suo proposito suicida. Considerata la delicatezza della situazione, con la collaborazione di personale dei Vigile del Fuoco prontamente intervenuto, gli agenti diretti dal vice questore Agostino Licari, sono riusciti ad entrare all’interno della abitazione dove trovavano la donna seduta con un coltello di media grandezza tra la mani che si era già procurata ferite e lacerazioni in diverse parti del corpo. L’hanno bloccata e le hanno sottratto il coltello, ripristinando una situazione di sicurezza. Poi la donna è stata trasferita in ospedale dal personale del 118 per le cure del caso e gli ulteriori accertamenti.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X