facebook rss

Cinture e cappelli venduti senza licenza,
merce sequestrata e maxi multa

JESI - Alla Fiera di San Settimio, in piazzale dei Partigiani, un ambulante era privo dell'autorizzazione a esporre. I Carabinieri presidiano i punti di maggiore affluenza con la Stazione Mobile.
Print Friendly, PDF & Email

La Stazione mobile dei Carabinieri in via XXIV Maggio.

di Talita Frezzi

La seconda giornata di Fiere di San Settimio, quella di ieri, si è contraddistinta da una grande affluenza di gente che si è riversata in centro e nell’immediata periferia cittadina per passeggiare tra le bancarelle e gli stand. Complice il bel tempo, certamente i commercianti ambulanti si sono rinfrancati dell’esordio della manifestazione che invece era stato segnato dalla pioggia e da pochissimi affari. Gettonatissimi gli stand di “Tipica” con i prodotti tipici del territorio e delle regioni italiane allestito a Porta Valle, dove in molti si sono riversati per degustare i prodotti e portare in tavola la tradizione. Tanta gente, ma anche un servizio d’ordine puntuale e capillare assicurato da Carabinieri, Polizia, Polizia locale e Guardia di finanza, sia in divisa che in abiti civili. Gli agenti e i militari hanno perlustrato tutta la zona della fiera per garantire sicurezza agli avventori e per contrastare borseggi o fenomeno di abusivismo commerciale. Impegnati anche i volontari dell’associazione nazionale Carabinieri, che devono anche presidiare i varchi di accesso al centro.

L’associazione nazionale Carabinieri presidia la fiera in corso Matteotti

Un sequestro di merce è stato effettuato ieri nel tardo pomeriggio (verso le 20,30) al Piazzale Partigiani, dove un ambulante con la licenza di vendita alle fiere ma senza l’autorizzazione a esporre la merce a Jesi, è incappato nel controllo della Polizia locale. Trecento pezzi, tra cinture in pelle e cappelli, sono stati sequestrati. Non erano pezzi contraffatti, ma non potevano essere venduti alla Fiera di San Settimio. L’ambulante è stato multato di circa 500 euro. Alla Stazione Ferroviaria stamattina gli agenti della Polizia locale e della Polfer hanno identificato diverse persone, ma sembra che non siano emerse irregolarità. Lunedì sera, al Campo Boario, la Polizia locale ha intercettato un venditore abusivo di ombrelli, al quale è stata sequestrata tutta la merce.
Importante anche l’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Jesi che proprio in occasione della maxi affluenza di gente alla Fiera di San Settimio, hanno allestito in via XXIV Maggio la Stazione mobile, un mezzo dell’Arma che stazionerà nei punti nevralgici della fiera ogni pomeriggio con orario 15-21 (quello di massima affluenza). A disposizione dei cittadini che avranno come punto di riferimento la Stazione mobile, vi sarà un equipaggio disponibile per le eventuali segnalazioni di furti o di reati, per informazioni e per vigilare da vicino sul regolare svolgimento della fiera.
Oggi giornata conclusiva della Fiera con l’assegnazione del Premio Bancarella della Fiva Confcommercio.

Le fiere in piazza della Repubblica

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X