facebook rss

Fiera di San Settimio,
la Guardia di Finanza
sequestra merce non sicura

JESI - Rischiano una multa da 516 a 25.000 euro i tre commercianti stranieri che l'avevano messa in vendita. Si tratta di articoli di materiale elettrico, elettronico e di accessori per l’abbigliamento privi del marchio CE
Print Friendly, PDF & Email

La merce sequestrata dalla Guardia di Finanza di Jesi

 

I “Baschi Verdi” della Guardia di Finanza di Ancona, in collaborazione con i finanzieri della Compagnia di Jesi, in occasione della Fiera di San Settimio, hanno individuato, in giorni differenti, presso tre diversi stand gestiti da commercianti stranieri, due bengalesi ed un ecuadoriano, oltre 2.000 prodotti privi dei requisiti minimi di sicurezza imposti dal codice del consumo, che erano esposti in libera vendita. La merce, costituita da materiale elettrico, elettronico ed accessori per l’abbigliamento è risultata non conforme alle garanzie minime di sicurezza previste dalla normativa vigente a tutela dei consumatori, in quanto priva della marchiatura “CE”, delle etichette riportanti la provenienza/origine della stessa, nonché della composizione dei materiali utilizzati e delle indicazioni in lingua italiana.

Gli articoli merceologici, potenzialmente pericolosi per gli ignari acquirenti, sono stati sottoposti a sequestro ed i responsabili sono stati segnalati alla locale Camera di Commercio per illeciti di natura amministrativa, per i quali è prevista la sanzione da 516 a 25.000 euro. L’attività di servizio posta in essere testimonia e conferma l’attività di prevenzione e repressione esercitata dalla Guardia di Finanza, al fine di contrastare il fenomeno della contraffazione e del commercio dei prodotti insicuri, che arreca grave danno a quelle aziende produttrici che operano nel rispetto delle regole ed ai consumatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X