facebook rss

Parma, ruba due computer palmari
all’ex datore di lavoro:
rintracciato in un B&B di Numana

LA PERQUISIZIONE nella struttura ricettiva è scattata lunedì pomeriggio quando gli agenti del Commissiariato di Osimo hanno potuto recuperato solo in parte la refurtiva
mercoledì 9 Ottobre 2019 - Ore 12:10
Print Friendly, PDF & Email

Polizia, controlli sul territorio

 

Il datore di lavoro accusa un suo ex dipendente di aver rubato di due computer palmari dell’azienda. La procura firma un mandato di perquisizione e il presunto responsabile del furto viene rintracciato dalla polizia in una struttura ricettiva di Numana con una parte della refurtiva. E’ successo nel tardo pomeriggio di lunedì scorso, 7 ottobre, intorno alle ore 19. La volante del Commissariato di Osimo è intervenuta presso un B&B di Numana perché poco prima era scattato un allarme presso la sala operativa del Commissariato che segnalava la presenza di un uomo, che alloggiava nella struttura, che risultava essere stato denunciato, a Parma, dal precedente datore di lavoro. L’uomo era accusato di aver rubato due computer palmari, di quelli ordinariamente utilizzati per la consegna di plichi o lettere, prima di essere stato licenziato. Sul soggetto, un cittadino italiano di 42 anni residente a Parma, gravava quindi un mandato di perquisizione personale ed eventuale sequestro emesso dalla magistratura inquirente di Parma per recuperare i palmari rubati.

Dalla perquisizione effettuata dalla Polizia è stato effettivamente rinvenuto uno dei due palmari scomparsi. L’uomo è stato quindi segnalato per il furto ed il computer sarà restituito al legittimo propietrario, a Parma. L’operazione di polizia si è resa possibile grazie alla segnalazione della presenza dell’ospite all’autorità di pubblica sicurezza, effettuata dal titolare del B&B di Numana, che, ricordiamo, essere una segnalazione obbligatoria per legge, la cui omissione è punita penalmente. Gli uomini della polizia di stato sono costantemente impegnati nei controlli alle strutture ricettive della zona, proprio per verificare che le stesse non si sottraggono all’obbligo di segnalare le presenze quotidiane all’autorità.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X