facebook rss

Formaldeide nelle aule:
chiuso l’asilo ‘Il Gabbiano’

SIROLO - A tutela della salute dei 50 alunni che lo frequentano, il sindaco Filippo Moschella ha firmato l'ordinanza di chiusura per svolgere nuove indagini su pavimenti e mobilio del plesso scolastico inaugurato un anno fa. Nei locali c'erano cattivi odori ed esalazioni persistenti
Print Friendly, PDF & Email

L’asilo ‘Il Gabbiano’ inaugurato a settenbre 2018

Formaldeide sul pavimento dell’asilo inaugurato appena un anno fa. All’arrivo dei referti di Arpam e Asur Marche, il sindaco di Sirolo, Filippo Moschella ieri, 17 ottobre, ha firmato un’ordinanza per disporre la chiusura della scuola dell’infanzia ‘Il Gabbiano’, ma anche l’adiacente centro di aggregazione giovanile. L’atto è stato inviato anche alla dirigente dell’I.c. ‘Giovanni Paolo II di Sirolo-Numana’. Gli sviluppi sono arrivati dopo le proteste per le esalazioni provenienti dai pavimenti e rivestimenti di tipo vinilico, mosse dei genitori dei 50 alunni che frequentano le aule della scuola materna inaugurata a settembre 2018.

L’ordinanza firmata dal sindaco Filippo Moschella

Nello scorso mese di agosto in vista della ripresa delle lezioni, il sindaco Moschella ha chiesto di ripetere le analisi dentro il plesso scolastico. L’Arpam ha svolto un secondo monitoraggio, il 9 e 10 settembre scorsi, per la rilevazione anche del gas formaldeide, una sostanza che non era stata controllata nel primo test. E’ così emerso che il valore della sostanza, ritenuta cancerogena, fosse doppio rispetto al limite fissato dalla circolare ministeriale 57/1983 (in questo caso 257 microgrammi per metro cubo rispetto alla soglia di legge di 124) soprattutto nell’aula verde della scuola dell’infanzia che si trova in piazza del Muncipio. L’Asur Marche ha comunicato al Comune gli esiti delle analisi prescrivendo «a scopo cautelativo il non utilizzo per le attività didattiche dell’aula verde», nuove indagini per«la ricerca delle fonti di emissione della formaldeide (tra i vari materiali utilizzati nella ristrutturazione della scuola ed il mobilio al suo interno, anche al fine della loro eventuale eliminazione, nonché il monitoraggio dell’aria di tutti i locali, anche al fine dell’eventuale riutilizzo dell’aula verde». A tutela della salute dei bambini, il sindaco Moschella ha chiuso l’asilo ed ora piccoli dovranno essere trasferiti in locali alternativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X