facebook rss

Ladri scatenati in pieno giorno:
sfondano una porta blindata
e fanno razzia di preziosi

ANCONA - Colpito ieri mattina l'appartamento di un dirigente medico del Salesi, in piazza Roma. Il bottino, tra gioielli, penne da collezione e argenteria, ammonta a circa 25mila euro
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Sfondano il portone blindato di un appartamento e mettono le mani su un bottino che si aggira attorno ai 25mila euro. Si tratta di un furto commesso in pieno giorno quello avvenuto ieri mattina all’interno di un condominio di piazza Roma, dove abita con la sua famiglia un dirigente medico degli Ospedali Riuniti. Da casa sono spariti pezzi d’argenteria, penne da collezione, orologi e contanti. La denuncia è stata presa in carico dai carabinieri. Il colpo è stato scoperto nel primissimo pomeriggio di ieri, quando la proprietaria è tornata a casa e ha trovato la porta completamente danneggiata e socchiusa. Il furto è quindi avvenuto mentre l’abitazione era vuota e fuori dal palazzo c’era un via vai continuo di persone per la presenza del consueto mercato.  Dopo aver scardinato la porta, i ladri hanno fatto man bassa di tutto quello che c’era di valore da prendere, rivoltando da cima a fondo l’appartamento. Quasi ogni stanza è stata passata in rassegna dai banditi. Nelle loro mani sono finiti oggetti preziosi, come pezzi d’argenteria, penne stilografiche di valore, gioielli in oro e contanti (circa 5mila euro). I malviventi hanno anche rubato delle giacche di pelle. L’appartamento non è dotato di telecamere o sistemi di allarme. La vicina avrebbe riferito ai proprietari di aver sentito dei rumori a metà mattina, ma di non essere uscita fuori dalla sua abitazione a controllare. Probabilmente, era il frastuono causato dai banditi per l’apertura della porta blindata.

(fe.ser)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X