facebook rss

Clima, è tutto pronto
per la quarta giornata di Global strike

ANCONA - La manifestazione è organizzata per domani dal movimento Fridays for Future Ancona e da altri gruppi Fridays for Future marchigiani. Il corteo raggiungerà il porto, dove terranno i propri interventi Valerio Calzolaio ed Emilio D’Alessio
Print Friendly, PDF & Email

 

Ancona si prepara alla quarta giornata di sciopero globale per il clima, il Global strike. La manifestazione è organizzata per domani, 29 novembre, dal movimento Fridays for Future Ancona e da altri gruppi Fridays for Future marchigiani. Il raggruppamento – fanno sapere gli organizzatori- avverrà in Piazza Cavour alle ore 9 per tutti coloro che si trovano ad Ancona, in Piazza della Repubblica davanti al Teatro delle Muse alle ore 9:30 per tutti coloro che provengono dagli altri Comuni della regione. Il corteo raggiungerà il porto, in cui si terranno interventi da parte di due ospiti principali: Valerio Calzolaio (sottosegretario al Ministero dell’Ambiente 1996-2001, consulente Onu-Unccd nel 2002 e dal 2006 al 2009) parlerà della connessione tra clima e migrazioni, Emilio D’Alessio (presidente del Parco Regionale del Conero e Membro della Commissione Mediterranea Sviluppo Sostenibile Unep) parlerà di negoziati internazionali, soprattutto in vista della Cop25 di Madrid. La Cop25 è la Conferenza delle Nazioni Unite che servirà a preparare l’operatività dell’Accordo di Parigi che entrerà in vigore dal 2020, con la Cop26.

«Anche questo 4° Sciopero per il Clima si svolgerà in migliaia di altre città di tutto il globo prevedendo centinaia di migliaia di partecipanti uniti dietro la scienza. – ricordano gli organizzatori – Alcuni sindacati si sono uniti alle proteste e hanno già proclamato e aderito allo sciopero; sarebbe auspicabile e molto gradito anche l’invito alla partecipazione da parte del Ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti, coerentemente con quanto fatto per il 3° Sciopero. È bene ricordare infatti come la risoluzione della crisi climatica in atto – e quindi la decarbonizzazione dell’intero sistema produttivo – passi attraverso la sostenibilità di tutti i settori della società: economico, ambientale, culturale ed istituzionale. I ragazzi che scendono in piazza non vogliono tornare al passato, ma chiedono giustizia intergenerazionale affinché il benessere umano sia assicurato a tutti e nessuno rimanga indietro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X