facebook rss

Si rompe il generatore di un traghetto:
il centro si ricopre di fuliggine
(Foto)

ANCONA - Piazza della Repubblica e parte di via della Loggia si sono risvegliate con una sostanza nerastra depositata sulla pavimentazione. Dopo i rilievi eseguiti dalla Capitaneria di Porto e dai vigili del fuoco è stata scoperta la possibile causa: il carburante di un nave non avrebbe attraversato il processo di combustione, gettando nell'aria il pulviscolo del diesel
Print Friendly, PDF & Email

La fuliggine raccolta da terra

 

Brusco risveglio questa mattina per i residenti del centro. Nella zona che circonda il porto, tra piazza della Repubblica e via della Loggia, si è depositata delle fuliggine pastosa. Ha riempito i marciapiedi e le soglie dei negozi. Immediatamente è scattato l’allarme, tanto che nell’area dello scalo sono piombati i mezzi dei vigili del fuoco e della Capitaneria di Porto, della Polizia locale e dell’Ufficio Ambiente del Comune di Ancona. Dopo aver prelevato e consegnato i campioni di materiale ai tecnici ARPAM, per le successive analisi chimico-fisiche, il nucleo ispettori della Guardia Costiera ha effettuato delle verifiche tecniche alle navi ormeggiate nelle banchine commerciali del porto dorico. Hanno appurato che a bordo della M/N Mikonos, ormeggiata al molo 16, si era verificata la rottura del generatore diesel. L’anomalo funzionamento ha portato all’emissione nell’atmosfera di pulviscolo del cosiddetto carburante incombusto. Proseguiranno le indagini al fine di verificare la compatibilità del carburante presente nelle casse del predetto generatore con i campioni di fuliggine consegnati all’ARPAM, al fine di adottare le opportune sanzioni. Dell’evento non è stata ancora interessata la procura. L’eventuale informativa arriverà in tribunale solo dopo gli esiti degli esami da laboratorio.

(servizio aggiornato alle 15,05)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X