facebook rss

Park San Martino,
altro passo in avanti per far partire
il progetto delle polemiche

ANCONA – La giunta ha deliberato di passare alla fase successiva, ovvero l'elaborazione dello studio di fattibilità tecnico-economica alla base della realizzazione vera e propria. L'opera deve fare i conti con la contrarietà di diversi residenti della zona, sostenuti da Movimento 5 stelle ed Altra idea di città
Print Friendly, PDF & Email

Il progetto per il park di via San Martino

 

 

La giunta Mancinelli ha dato l’ok per il prossimo step del progetto per il parcheggio San Martino. Dopo il concorso di idee – con tanto di presentazione alla Mole, lo scorso luglio, delle otto proposte arrivate – , si passa ora alla fase più concreta dell’iter con l’elaborazione dello studio di fattibilità tecnico-economica, che è alla base della realizzazione effettiva dell’opera.
Secondo il cronoprogramma abbozzato da Mobilità&Parcheggi, partecipata del Comune che segue il progetto, entro Pasqua si dovrebbe arrivare al bando di gara per affidare l’appalto dei lavori. Un cantiere della durata prevista di 18 mesi: dunque, se tutto va secondo road map, il nuovo parcheggio su sei piani in centro – con tanto di locale commerciale da 100 mq per ospitare un bar o un pub, ed un roof garden per eventi all’aperto – sarà pronto per il 2021, per un costo stimato di 2,3 milioni di euro ed una capacità tra i 126 ed i 139 posti, di cui alcuni riservati ai mezzi elettrici. . Nel concorso di idee, il primo posto se l’era guadagnato lo studio Arx di Firenze, insieme all’ingegnere Saimir Elezi, a Mps studio associato di Cecina e all’architetto Irene Scarpino. È però sulla questione traffico e smog che sono piovute le critiche più aspre al progetto, sia da parte dei residenti della zona, che dalle forze politiche di opposizione Movimento 5 stelle e Altra idea di città, secondo cui il nuovo park andrebbe ad intasare ulteriormente un’area già congestionata e ad aumentare il tasso di inquinamento cittadino «già fortemente allarmante».

Park San Martino, M5s e Aic: «Residenti contrari, ascoltateli»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X