facebook rss

Rientra a casa ma il portone non si apre,
lo blocca il corpo senza vita del vicino

JESI - Non c'è stato nulla da fare per un pensionato di 74 anni stroncato da malore sul pianerottolo del condominio dove abitava, in costa Mezzalancia
Print Friendly, PDF & Email

I sanitari intervenuti ieri mattina alle 5,30 in Costa Mezzalancia

 

Rientra a casa alle 5,30 del mattino e quando va ad aprire il portone della palazzina condominiale non ci riesce, perché qualcosa ne impedisce l’apertura. Choc per l’uomo quando ieri, spingendo con tutta la forza, ha scoperto che a bloccare il portone era il corpo ormai senza vita del suo vicino di pianerottolo, riverso a terra. Il morto, un pensionato di 74 anni che abitava solo in un appartamento al pianterreno di una palazzina condominiale in costa Mezzalancia, cuore del centro storico di Jesi, era stato colto da malore forse già venerdì sera. Deve aver tentato di uscire sulle scalette Della Morte, in costa Mezzalancia, per chiedere aiuto ai passanti, ma il cuore lo ha tradito prima e in strada non c’è arrivato. S’è accasciato sul pianerottolo e così è rimasto fino all’arrivo del vicino che stamattina alle 5,30 ha lanciato l’allarme. Sul posto sono intervenuti i sanitari dell’automedica del 118 di Jesi che hanno soltanto potuto constatare la morte del pensionato, per cause naturali. Sono anche intervenuti i carabinieri della stazione di Jesi. La salma è stata trasferita alla Sala del commiato di Ciccoli e Brunori in via don Battistoni in attesa dei funerali che si svolgeranno con ogni probabilità lunedì in forma civile.

(Ta. Fre.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X