facebook rss

Leone, il regalo più atteso:
un carrellino per tornare a muoversi

JESI - Il volpino che era stato azzannato da un cane più grande aveva perso l'uso delle zampe posteriori. I veterinari della clinica di Tolentino che l'hanno operato lo aiuteranno ad utilizzare il nuovo strumento
Print Friendly, PDF & Email

Leone allo stadio

 

E’ finalmente arrivato, come il più importante e atteso regalo di Natale, il carrellino con cui il piccolo Leone, il volpino azzannato il novembre scorso in piazza della Repubblica da un Rhodesian Ridgeback senza guinzaglio, potrà tornare a muoversi. Rimasto ferito gravemente, aveva perso l’uso delle zampine posteriori, ma non ha mai smesso di combattere, così come i suoi padroni Laura Mencarelli e Leonardo Paoletti, che hanno tentato il tutto per tutto per salvargli la vita e ora chiedono giustizia per il loro piccolo amico. Leone non potrà usare il carrellino prima di gennaio e per la sua prima volta avrà bisogno dell’assistenza dei medici veterinari della clinica di Tolentino dove è stato operato. Non è escluso che potrebbe essere ricoverato di nuovo. Ma il suo coraggio da vero leone lo sta mostrando tutto e presto rivedremo la mascotte di Jesi gironzolare per il centro. Intanto i padroni hanno sporto denuncia per l’aggressione e i danni subìti.

(Ta. Fre.)

Leone, piccolo nella taglia grande nel coraggio: la ripresa dopo l’aggressione

Cane di grossa taglia azzanna un volpino al guinzaglio, caccia all’animale e alla padrona

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X