facebook rss

C’è la mostra dei rettili al Palabadiali,
a rischio la partita del Falconara

CALCIO A 5 FEMMINILE - Il presidente Marco Bramucci: «Chiediamo al sindaco di trovare un altra sede per l'evento affinchè i tifosi non siano costretti a spostarsi in un'altra città»
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Problema campo per la gara contro il Pelletterie di domenica 16 febbraio per il Città di Falconara. A spiegare la situazione è il presidente Marco Bramucci: «Quest’estate prima di comunicare alla Divisione Nazionale le specifiche di partecipazione alla serie A femminile, il Comune di Falconara Marittima, ente proprietario del Palasport Badiali, ci aveva indicato come non disponibile la data di sabato 15 e domenica 16 febbraio per la disputa di nostre gare casalinghe, avendo già affittato l’impianto ad una società che si occupa di organizzare una mostra di rettili. Così nel presentare alla federazione la nostra domanda d’iscrizione, insieme ad altre richieste, abbiamo chiesto di non giocare in casa proprio in quella data. Purtroppo, mentre il resto è stato esaudito, il calendario di serie A femminile è stato stilato facendoci giocare in casa proprio il 16 febbraio 2020. Ora abbiamo chiesto al Pelletterie se acconsentisse di giocare in un altro giorno settimanale. Ma alla società toscana, nel pieno dei propri diritti, questo spostamento risulterebbe sgradito avendo nel team tanti lavoratori costretti a prendersi un giorno di ferie. Più che comprensibile. Quindi chiediamo all’assessore allo Sport Marco Giacanella e alla sindaco Stefania Signorini di spostare altrove questa mostra di serpenti. Lo chiediamo a nome di una società che fa enormi sacrifici per tenere alto il nome di questa città, una società che non si è lamentata più di tanto del bando per la gestione dell’impianto perso in maniera un po’ subdola. Lo chiediamo soprattutto per i tifosi e la gente di Falconara che adora le nostre ragazze e che vuole vederle giocarle in casa propria, senza doversi spostare in altre città».

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page