facebook rss

Undici panetti di hashish
nell’armadietto aziendale:
arrestato magazziniere

FALCONARA - Durante un controllo su strada con le unità cinofile i carabinieri avevano fermato il 54enne trovandolo in possesso di alcuni grammi di stupefacente. Dalla perquisizione successiva nello spogliatoio dell'azienda è saltato fuori 1 chilo e 100 grammi di droga dalla quale si potevano ricavare oltre 2.000  “spinelli”
Print Friendly, PDF & Email

La droga sequestrata dai carabinieri di Falconara

 

Arrestato un magazziniere trovato con oltre un chilogrammo di hashish nell’armadietto aziendale. Martedì sera, i carabinieri della Tenenza di Falconara Marittima, nel corso di un servizio di controllo coordinato del territorio supportato dall’impiego di unità cinofile dell’Arma, si sono imbattuti in un automobilista 54enne incensurato alla guida di un’utilitaria che transitava sulla Flaminia in direzione Falconara.

Fin qui tutto regolare, se non fosse che l’uomo, invitato a scendere dal mezzo per la successiva identificazione, aveva provocato subito l’immediata attivazione del segugio cerca droga: così, sottoposto ad accurati controlli, operati sulla persona ed all’interno della vettura, veniva trovato in possesso di alcuni grammi di hashish.

A questo punto i carabinieri, avendo notato che il soggetto indossava una divisa da magazziniere, decidevano di proseguire nella perquisizione cominciando dal luogo di lavoro dove l’uomo risultava essere impiegato, intuendo che lo stesso potesse aver appena cessato il proprio turno lavorativo. Così, nello spogliatoio dipendenti, all’interno dell’armadietto in uso esclusivo al lavoratore, venivano rinvenute ben 11 “panette” di hashish, per un peso complessivo di circa 1 chilo e 100 grammi. «È per uso personale» ha voluto puntualizzare al momento del ritrovamento, peccato che da un quantitativo simile possano ricavarsi oltre 2.000  “spinelli”, una grandezza ben lontana dall’assunzione individuale. Insieme alla droga veniva sequestrato anche un coltello a serramanico, probabilmente utilizzato per il taglio delle dosi. A tarda sera scattavano quindi le manette per l’uomo, collocato agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida celebrata questa mattina a porte chiuse dinanzi al Gip del Tribunale di Ancona.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page