facebook rss

Nuovo Salesi, viabilità rivoluzionata:
«Il 28 febbraio sarà giornata
da bollino nero»

ANCONA – Previsti disagi e code per i lavori propedeutici alla realizzazione dell'ospedale pediatrico nella cittadella di Torrette. Verranno 'tagliate' le vie di scorrimento che passano davanti al nosocomio regionale per realizzare gli impianti di alimentazione per le nuove strutture. L'operazione, suddivisa in tre fasi, sarà completata il 20 marzo
Print Friendly, PDF & Email

Il cantiere per il nuovo Salesi

 

di Martina Marinangeli

Un mese di passione per rendere possibile la «rivoluzione copernicana» all’interno della cittadella ospedaliera di Torrette dove, entro il 2021, sorgerà il nuovo Salesi. I lavori propedeutici alla realizzazione della struttura, che riguardano gli impianti di alimentazione posti nella zona del parcheggio a pagamento, sono già partiti, ma la giornata da bollino nero scatterà il 28 febbraio, quando la carreggiata di ingresso all’ospedale verrà chiusa perché ‘occupata’ dai lavori. Un’operazione che durerà fino al 10 marzo. Sarà dunque l’attuale strada in uscita a garantire l’accesso al nosocomio, mentre per lasciare la cittadella si dovrà passare dal parcheggio a pagamento. Una ‘exit strategy’ che verrà mantenuta anche per la fase successiva dei lavori, quando ad essere chiusa sarà la carreggiata in uscita, mentre l’ingresso tornerà quello naturale. Un rebus stradale che durerà fino al 20 marzo, quando finalmente la situazione tornerà alla normalità. «Chiediamo collaborazione a tutti e pazienza per i disagi e le code che potrebbero crearsi – è l’appello del direttore generale di Torrette Michele Caporossi, affiancato dal direttore dell’ufficio tecnico Sergio Cordiali e da quello amministrativo Antonello Maraldo, oltre che dagli altri attori coinvolti nel progetto (Comune, Regione, Conerobus, polizia municipale e la società De Eccher che è incaricata della costruzione del nuovo Salesi) – ma è inevitabile per la rivoluzione che avverrà nella cittadella. Attualmente sono in corso 21 cantieri ed altri ne partiranno a breve, per un totale di 120 milioni di euro di investimenti, di cui 40 già spesi».

La conferenza stampa dove sono state illustrate le modifiche alla viabilità

La rivoluzione della viabilità comporterà anche lo spostamento del capolinea del bus (tre le linee che raggiungono la cittadella) e della postazione dei taxi in via Di Giuseppe, la strada che precede la rotatoria di fronte alla facoltà di Medicina. «Ci sarà confusione – spiega la comandante della Municipale, Liliana Rovaldi – quindi resteremo lì per diverso tempo. Faremo più controlli per la sosta selvaggia in regime di tolleranza zero: stiamo predisponendo un’ordinanza specifica per poter rimuovere le auto in divieto di sosta. E chi dovesse l’asciare l’auto nelle nuove postazioni del capolinea e della fermata dei bus, si vedrà decurtare anche due punti dalla patente». La chiusura alternata delle due direttrici che attraversano la cittadella ospedaliera dal 28 febbraio al 20 marzo, però, non esaurirà le necessità legate alla realizzazione del nuovo Salesi e dunque si sta lavorando sulla quarta corsia in via Conca (raddoppio della direttrice in discesa verso il nosocomio di Torrette). Il progetto – che sarà finanziato dalla Regione – verrà presentato domani ed il Comune si è dato tre giorni per approvarlo. La cantierazione spetterà alla ditta De Eccher ed il completamento dei lavori è previsto entro l’estate. Un’opera necessaria anche per l’uscita dei mezzi pesanti, su cui si innesta il progetto del ponte che collegherà il park esterno con l’ospedale: «siamo al progetto definitivo. Speriamo di poter partire con la gara d’appalto entro l’anno», l’auspicio dell’assessore comunale Stefano Foresi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X