facebook rss

Droga, controlli a tappeto
dei carabinieri: 30enni nei guai

ANCONA - I servizi mirati messi in atto nel week end dai militari hanno consentito di segnalare alla autorità prefettizia del capoluogo dorico due anconetani di 34 e 32 anni
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri di Ancona

 

 

Controlli antidroga, giro di vite dei carabinieri: segnalati due anconetani alla Prefettura. Continuano incessanti i controlli del territorio dei militari della Compagnia di Ancona che, nelle ultime 48 ore, hanno intensificato la prevenzione effettuando una serie di controlli mirati sia nei luoghi dove si registra lo spaccio di sostanze stupefacenti al fine di contrastare il fenomeno che per rassicurare la popolazione con la presenza visibile sul territorio di numerose pattuglie di “pronto intervento”. L’attività straordinaria di controllo del territorio è stata attuata con un dispiego massiccio di 27 pattuglie, di cui 16 “gazzelle” del pronto intervento 112 del Nucleo Operativo e Radiomobile, ed ha consentito di segnalare alla autorità prefettizia del capoluogo dorico due persone, un 34 enne e un 32enne, entrambi di Ancona, per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale non terapeutico. Nella giornata di ieri, nel contesto delle attività finalizzate alla prevenzione e contrasto delle condotte illecite derivanti dall’uso di sostanze stupefacenti, i carabinieri della Sezione Operativa del Norm hanno eseguito controlli a tappeto nella zona del Piano e in quella degli Archi.

La mirata attività ha consentito di sottoporre a perquisizione due giovani anconetani, entrambi operai, uno in possesso di un involucro contenente un grammo di eroina e l’altro in possesso di un involucro contenente circa un grammo di cocaina. Per tale ragione sono stati segnalati alla competente autorità prefettizia per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale non terapeutico. Nel complesso l’attività straordinaria di controllo del territorio eseguita dai Carabinieri del Norm ha consentito altresì di identificare 253 persone, controllare 187 veicoli, 2 locali pubblici e 25 persone sottoposte agli arresti domiciliari, eseguire 3 perquisizioni personali e veicolari nonché 6 interventi per segnalazioni di persone e/o veicoli sospetti pervenute al numero di emergenza “112” ed elevare una raffica di contravvenzioni ai sensi del codice della strada nei confronti di automobilisti indisciplinati. In particolare sono stati sanzionati complessivamente sedici utenti della strada, di cui sei per l’uso di telefono cellulare, due per non aver utilizzato le cinture di sicurezza, uno per aver omesso di regolare la velocità nel centro abitato, due per aver violato il divieto imposto dal semaforo rosso, uno per non aver effettuato la prescritta revisione (con sospensione del veicolo dalla circolazione), e quattro veicoli sequestrati sprovvisti della copertura assicurativa. In totale sono state comminate sanzioni amministrative per cinquemila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X