facebook rss

Nidi di processionaria:
partita bonifica nei parchi comunali

OSIMO - Dopo l'ordinanza, anche i proprietari di giardini privati dovranno provvedere a rimuoverli entro il prossimo 15 marzo. Da giugno in via sperimentale il Comune installerà trappole ecologiche sui pini nelle aree verdi pubbliche
Print Friendly, PDF & Email

 

Processionaria del pino, il Comune di Osimo ha attivato gli interventi di rimozione dei nidi sugli alberi dei parchi pubblici e giardini scolastici.

L’assessore Michela Glorio

Da diversi giorni gli operai di Osimo Servizi spa stanno lavorando per eliminare il problema che quest’anno si è presentato forse un po’ in anticipo per le temperature invernali particolarmente miti. «Il lavoro fatto nelle ultime settimane e tutt’ora in corso non evidenzia situazioni anomale rispetto agli anni precedenti e al momento possiamo dichiarare che il fenomeno è in linea con l’anno scorso. – spiega l’assessore Michela Glorio – Ritengo importante dare diffusione dell’ordinanza pubblicata sul sito internet del Comune di Osimo che obbliga proprietari di aree verdi e amministratori di condominio, che abbiamo in gestione aree verdi, di provvedere all’ispezione e rimozione della processionaria eventualmente presente. Da giugno di quest’anno inoltre, l’amministrazione comunale intende avviare un progetto sperimentale che prevede l’istallazione di trappole ecologiche per la processionaria da pino sulle aree verdi comunali che diminuirà il rischio di formazione dei nidi».

L’ordinanza impone a tutti i proprietari di aree verdi e gli amministratori di condomini con giardini di provvedere alla tutte le opportune verifiche ed ispezioni sugli alberi di proprietà per accertare la presenza dei nidi di processionaria. Tutti i privati dovranno provvedere entro il prossimo 15 marzo, a propria cura e spese, alla rimozione dei nidi di processionaria. L’ordinanza vieta inoltre di depositare rami con nidi nelle varie frazioni di rifiuti quanto piuttosto dispone la loro distruzione mediante bruciatura o attivazione della profilassi eseguita da ditte private.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X